La cellula: descrizione e componenti

Appunto inviato da m7m7m Voto 5

La cellula è la più piccola organizzazione della materia dotata delle proprietà della vita. Il nucleo è l’organulo più importante, se privata di questo la cellula muore. (2 pagine formato doc)

Untitled Una cellula è normalmente troppo piccola per essere vista, essa ha un diametro di circa 1/10 di mm; non è isolata, ma spesso strettamente associata a cellule tutte uguali con cui forma un insieme più o meno compatto chiamato tessuto. atomo-elemento-molecola-cellule-tessuti-organi-apparato-organismo Il primo ad osservare la cellula fu Hooke, dopo costui ci vollero circa due secoli per giungere alla scoperta che i viventi sono costituiti da cellule e giungere così alla teoria cellulare. Possiamo quindi affermare che: La cellula è la più piccola organizzazione della materia dotata delle proprietà della vita. Tutti gli esseri viventi sono costituiti da un numero più o meno grande di cellule. Ogni cellula compie le funzioni proprie del vivente. Ogni cellula proviene necessariamente da un'altra cellula. Un organismo vivente può essere costituito da una sola cellula, chiamato quindi organismo unicellulare; oppure può essere formato da più cellule, in tal caso sarà chiamato organismo pluricellulare. Non esiste solo un tipo di cellula, ma bensì due; la cellula procariote, tipica dei batteri, è molto più piccola di quella eucariote e non presenta un nucleo ben definito, la cellula eucariote, invece tipica di tutti gli altri esseri viventi, è dotata di un nucleo ben evidente delimitato da una membrana. La cellula procariote è dotata di un rivestimento protettivo chiamato parete, a cui si addossa in alcuni casi un ulteriore rivestimento chiamato capsula. Sotto la parete si trova la membrana cellulare, la sottilissima pellicola che delimita il citoplasma. Il citoplasma appare nel complesso come una gelatina acquosa piuttosto omogenea punteggiata da piccolissime strutture chiamate ribosomi. Affondato nel citoplasma, distribuito un po' dovunque nella cellula, si trova anche il DNA. La cellula eucariote invece è dotata di una membrana cellulare che regola lo scambio di materiali tra l'ambiente interno della cellula e l'ambiente esterno in cui è immersa, racchiude il citoplasma, ha un ruolo di protezione e ha una sensibilità chimica (capacità di percepire e di distinguere determinate sostanze presenti nell'ambiente circostante). La parete cellulare nelle piante e nei funghi è fatta principalmente di cellulosa essa tiene in forma e sostiene la cellula. La membrana racchiude il citoplasma, una massa gelatinosa composta prevalentemente di acqua in cui sono disciolte molte sostanze e dispersi vari organuli cellulari. Il citoplasma è percorso da un sistema continuo di membrane, questo sistema delimitato da membrane viene chiamato reticolo endoplasmatico dentro al quale viene svolta un'intensa attività: reazioni chimiche elaborano continuamente materiali, alcuni dei quali vengono depositati e trasportati altrove all'interno della cellula. Esso può essere ruvido se la sua superficie esterna è ricoperta di ribosomi, liscio se invece non sono presenti i rimbosomi. I ribosomi sono la sede in cui vengono prodotte le proteine, in base alle istruzioni fornite dal DN