Controllo utente in corso...

Le differenze di genere: Cos il genere (James-Jane Morris) Il genere come costruzione sociale (Margaret Mead) La divisione sessuale del lavoro Status delle donne Il lavoro Salute Politica ( formato doc)

VOTO: 6 Appunto inviato da 7psyco6

Di solito nn abbiamo problemi a capire se un individuo è uomo o donna, ma quando non è così, c’è l’imbarazzo: questo indica k il genere è dimensione sociale, uno che passa da un genere all’altro ha contravvenuto a una legge morale della nostra società.
Goffman diceva che il genere è l’occhio dei popoli.
La prima cosa k classifichiamo quando guardiamo una persona è il genere e quando è difficile da collocare rimaniamo turbati: lo osserviamo di più x poi tentare la categorizzazione (lesbica, trans...).
Non possiamo immaginare una persona senza genere
Né uomo né donna: angelo
Sia uomo sia donna: ermafrodita (nell’antica Grecia gli ermafroditi erano Considerati degli Dei. Con l’avvento delle religioni monoteiste, dal divino si è passati al mostruoso)
alle estremità del quadrato abbiamo entità k nn appartengono alla vita
Il genere è dimensione fondamentale degli esseri umani e di epoca in epoca ha suscitato diversi tipi di categorizzazione e connotazioni. Oggi progressivamente accettiamo il fatto k non esistono solo 2 generi, ma anche uomini k diventano donne e viceversa.
Nel 1750 è vissuto un uomo, James Morris, un giornalista inglese che ha accompagnato un uomo nella sua scalata all’Everest. Una ventina di anni dopo, James Morris è diventato Jane Morris. In una pagina del suo diario, Jane ci dice k il genere è un ruolo che si apprende e che si agisce (“più vengo trattata da donna, più divento donna”), e questo non vale solo per chi ha cambiato sesso, ma per ogni persona. Da un uomo k aveva scalato una montagna diventa una donna che ha bisogno dell’aiuto di un uomo x aprire una bottiglia. I Continua »

vedi tutti gli appunti di sociologia »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.105485916138 secondi