Il suicidio di Durkheim: Relazioni sull'opera "Il suicidio" di Durkheim (4 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da rg9

Suicidio e Anomia Émile Durkheim (Épinal, Francia 15 aprile 1858 - Parigi 15 novembre 1917) è stato un sociologo francese, il cui operato fu cruciale nella formazione della sociologia e dell'antropologia. Durkheim si richiama all'opera di Auguste Comte (sebbene consideri alcune idee comtiane eccessivamente vaghe e speculative), e può considerarsi, con Karl Marx, Max Weber e Herbert Spencer, uno dei fondatori della moderna sociologia. È anche il capostipite della prima rivista dedicata alle scienze sociali, l’ “Année Sociologique”. Durkheim passa alla storia come il primo grande sociologo empirico. Il libro “Le suicide” (1897) L’obiettivo del libro è quello di dimostrare che le scienze sociali possono prendere in esame un importante problema sociale. Durkheim scelse il suicidio per 3 motivi: • Il termine “suicidio” è facile da definirsi (anche se, in seguito, egli stesso dimostrerà che ciò non è sempre vero) • Su questo argomento c’erano diverse statistiche disponibili • Il suicidio era un problema sempre più attuale. Continua »

vedi tutti gli appunti di sociologia »
Carica un appunto Home Appunti