Storia del Medio Oriente: riassunto

Appunto inviato da atiyah1 Voto 6

Storia del Medio Oriente contemporaneo: riassunto (18 pagine formato doc)

STORIA DEL MEDIO ORIENTE: RIASSUNTO

Storia del Medio Oriente. Capitolo 1. L’organismo apparentemente più saldo agli inizi del XIX secolo è quello dell’Impero ottomano, il quale gode del dominio della Mezzaluna fertile, del Nord-Africa fino all’Algeria e, anche se in modo frammentato, della penisola arabica. Nonostante questi territori fossero sotto dominio turco alcuni di essi godevano di una certa indipendenza. È il caso di Algeri e Tunisi: nel primo caso parliamo di un governo retto dai militari e non dai simbolici funzionari ottomani; nel secondo caso vi è invece una monarchia nazionale retta dalla dinastia dei bey husaynidi. Ma come abbiamo detto la solidità dell’Impero ottomano era solo apparente, dato il suo conflittuale rapporto con la nuova potenza russa e la disastrosa sconfitta nei confronti dell’Austria, dove aveva perso molti territori ( e di conseguenza molti abitanti, musulmani per altro). I primi tentativi di riforma da parte del sovrano vennero smorzati sul nascere a causa degli ulama che non permisero una più ampia modernizzazione ed un’apertura all’Europa. Oltre ai territori sopraccitati che godevano di una semi-indipendenza, vi erano altri territorio che non sottostavano al pieno dominio ottomano, un esempio ne è la Persia che in questi anni conosce il nemico Russia contro il quale si scontrerà per poi perdere possedimenti e ambizioni.

Crisi dell'Impero ottomano: riassunto

MEDIO ORIENTE: RIASSUNTO BREVE

Sebbene si pensi il contrario, il mondo islamico del XIX secolo è tutt’altro che inerte. I primi movimenti si avvertono in zone come India e Africa. Il più importante movimento di rinnovamento islamico fu quello wahhabita, fondato da Muhammad ibn Al Wahhab, il quale aveva stretto un patto con l’emiro di una zona arabica, Muhammed Ibn Saud, e ciò gli permetteva di avere una certa protezione politica ed economica. I principi fondamentali del wahhabismo sono 3: affermazione dell’unicità di Dio, astensione da tutto ciò che non è tradizione (Corano e sunna) e ostilità verso il sincretismo religioso. I wahhabiti furono costretti a chinare il capo quando nel 1803, divenuti un vero potentato saudita, osarono giungere al saccheggio di Garbala, in Iraq, qui trovarono gli egiziani pronti ad un intervento armato e furono costretti alla retrocessione. Con questa sconfitta si pone un inizio anche al declino della famiglia saudita. Questo tipo di movimenti di tajdid erano già presenti in oriente prima della venuta degli occidentali, ciò dimostra che anche precedentemente era terra di tumulti.

Impero ottomano: riassunto

STORIA DEL MEDIO ORIENTE CONTEMPORANEO: RIASSUNTO

Inizialmente la colonizzazione fu di tipo esclusivamente commerciale ed economico: venivano istituiti empori, uffici pubblici…Ma a partire dal XIX tutto ciò assume un tono prettamente egemonico e di conquista. La prima autentica spedizione risale al 1830 in Algeria, da parte dei francesi. Nata per ragioni di prestigio, era poi diventata un’impresa imperialista che gli algerini si impegnarono a combattere sin dal primo momento, ma che poi persero a causa delle pesanti armi francesi. Successivamente i territori colonizzati saranno Aden, Tunisia, Egitto, Kuwait e Marocco.
Non bisogna definire l’Europa del XIX secolo più civile ma più preparata dal punto di vista economico, militare e tecnologico. Anche l’ Europa ha vissuto un periodo simile a quello dell’Islam pre-colonizzazione, ma poi ha vissuto anche rivoluzioni industriali e modernizzazioni, ma con i suoi tempi. Invece gli europei vogliono portare lo stato moderno in islam tutto in un colpo e senza permetterne una lenta metabolizzazione introducendo termini mai sentiti prima di allora. Termini come secolarizzazione o democrazia o concetto di libertà. Tutti argomenti trattati dai popoli islamici alla maniera islamica, risolvendoli cioè secondo il proprio metro culturale.