Riassunto: Le Avanguardie Artistiche del Novecento

Appunto inviato da fabriziosani Voto 7

riassunto del saggio di Mario De Micheli "Le Avanguardie artistiche del Novecento" per esami di storia dell'arte contemporanea (14 pagine formato doc)

Riassunto: Le Avanguardie Artistiche del Novecento - 1-Unità dell’Ottocento

Il dramma storico di Van Gogh
- Van Gogh prima di giungere a Parigi nel 1986 vive a contatto diretto con le classi più umili, che stima e rispetta; tra tutte minatori e tessitori. Persone che riesce a comprendere e delle quali compatisce i drammi. Da qui nascono opere come I mangiatori di patate, dove la deformazione realistica dei contadini esprime la loro fatica, esaltazione della stessa fatica e del lavoro manuale (mangiano con le stesse mani sporche di terra con cui lavorano), e del cibo che essi si sono guadagnati onestamente.       

Leggi anche Le Avanguardie nella letteratura italiana

Questo era Van Gogh prima di partire per Parigi, un uomo dalla parte delle classi più umili, intenzionato a far emergere dai suoi dipinti più del realismo e con più esattezza della realtà stessa, rendendo la realtà ancora più chiara e cercando di esprimerla con più forza e più incisività di essa stessa.    
Quello che Van Gogh spera partendo per Parigi è di trovare artisti che la pensino come lui, di imparare nuove tecniche e di affinare la sua tecnica di deformazione della realtà, senza il bisogno di raccontare la verità pura, ma raccontando una bugia più vera della verità.

Leggi anche Futurismo e Crepuscolarismo

Purtroppo rimarrà deluso, troverà pittori che lo disgustano come uomini, ed una società che li contrasta e li emargina. Tuttavia, colpito dai colori impressionisti, rivoluziona il ruolo dei colori nei suoi quadri, li ravviverà e li userà come mezzo con il quale potrà esprimere la sua realtà “più vera del reale”.

Leggi anche Avanguardie e Futurismo

Nel Caffè di notte Van Gogh usa i colori per connotare l’aria di follia, dove ci si può rovinare, dove si può commettere un delitto, il caffè di notte ai suoi occhi è uno scannatoio, e con i suoi colori riesce a far respirare allo spettatore quell’aria di follia che vuole esprimere.