L'Egitto: Cultura generale (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da russoalex96

L' Egitto
L' Egitto antico occupava la parte settentrionale della valle del Nilo. Ogni anno il Nilo straripava a causa delle piogge, lasciando al suo ritiro una sostanza: il limo. Quest'ultimo rendeva possibile la coltivazione, quindi gli egizi inventarono un sistema di irrigazione a bacini, cioè venivano predisposti argini di terra paralleli al fiume, intersecati da argini trasversali in modo da suddividere l'intera vallata in una scacchiera di aree circondate da sbarramenti. I governatori locali erano responsabili della manutenzione dei canali e degli sbarramenti, della sorveglianza degli argini quando le acque raggiungevano il massimo livello. Un errore poteva costare un anno di carestia. La necessità di controllare le acque favorì la nascita di un potere accentrato, attraverso l'unificazione dei vari villaggi, che vivevano sulle rive del fiume. Da qui si passa da una pluralità di villaggi all'unità del regno.


La valle del Nilo era divisa in due parti culturali: il nord o basso Egitto, e il Sud o Alto Egitto. Queste due parti furono unificate intorno al 3000 a.C. in un unico regno presieduto da un sovrano chiamato faraone. Egli era concepito come una divinità scesa sulla terra per regnare su un popolo eletto, garantendone l'accordo cosmico. Il faraone era quindi garante dell'equilibrio tra il mondo degli uomini e quello degli dei. Da tutto ciò derivava il suo potere religioso e militare che lo rendeva, nello stesso tempo, sacerdote supremo e capo degli eserciti. Il faraone in vita si identificava con il dio Horo e con la morte diventasse Osiride. Alla sua morte, il faraone veniva sepolto nella piramide, tomba monumentale dove la sua vita ultraterrena non sarebbe stata disturbata: il suo posto sul trono veniva preso dal figlio.


Il faraone governava il Paese attraverso una complessa gerarchia costituita da migliaia di funzionari che erano chiamati a esercitare una serie di compiti. Il funzionario supremo era il visir, una specie di primo ministro che rappresentava il faraone e controllava l'economia e l'amministrazione del regno. Il territorio era diviso in nomoi ossia in distretti governati da autorità dipendenti dal sovrano. Una classe di persone molto importanti furono gli scribi, che costituivano la burocrazia del regno.


Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti