I Longobardi: descrizione dell'antica popolazione dei Longobardi: le origini, la tradizione tramandata da Paolo Diacono, Alboino, Teodolinda, Liutprando, Carlo Martello, Carlo e Carlomanno, L'editto di Rotari, Desiderio, Carlo Magno (3 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da ihatemaths

I Longobardi - I Longobardi erano un'antica popolazione germanica occidentale, stanziata originariamente nel basso corso dell'Elba, che verso l'inizio del sec. VI° si stabilirono in Pannonia.
Alboino († Verona 28.6.572), che era succeduto nel 560 al re Audoino, dopo aver sconfitto i Gepidi (Antica popolazione di stirpe germanica orientale, originaria della regione della Vistola, protagonista di alcune incursioni nell'impero romano al tempo di Probo - sec. III).
Sposò Rosmùnda (566) figlia di Cunimondo, re del popolo sconfitto.

Leggi anche Riassunto sui Longobardi

Nel 568-69 guidò i Longobardi, stanziati ormai in Pannonia come federato dell'impero bizantino, in Italia.
Conquistò il Veneto, dove istituì un ducato con centro a Cividale, che affidò al nipote Gisulfo e invase la Lombardia; conquistata Milano (569), assediò Pavia che capitolò solo nel 571.

Leggi anche Storia dei Longobardi

Si insediò quindi a Verona, dove fu ucciso da una congiura ordita dalla moglie. Rosmunda congiurò contro il marito e lo fece avvelenare dallo scudiero Elmichi, rifugiandosi poi a Ravenna, sotto la protezione bizantina, dove morì a sua volta avvelenata da Elmichi. S
econdo la tradizione tramandata da Paolo Diacono, e ripresa in varie opere letterarie (V. Alfieri, G. Prati), avrebbe ucciso Alboino perché costretta da lui a bere nel teschio del padre.

Leggi anche Riassunto sull'invasione dei Longobardi in Italia

I Longobardi occuparono Lombardia, Emilia, Toscana, Umbria (ducato di Spoleto), Campania (ducato di Benevento), mentre il resto d'Italia rimaneva sotto la giurisdizione dell'impero bizantino.
Politicamente il loro regno fu costituito da una serie di ducati, con sede nelle principali città, che eleggevano un re; questi risiedeva a Pavia e amministrava le proprie terre attraverso agenti (castaldi), che avevano anche la funzione di controllo sull'operato dei duchi.

Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Home Appunti