Martin Lutero - Appunti di Storia gratis Studenti.it

Martin Lutero: breve ricerca su vita ed oper di martin lutero (8 pagine formato doc)

VOTO: 6 Appunto inviato da mattunning

MARTIN LUTERO MARTIN LUTERO Martin Lutero nato il 10 novembre del 1483 a Eisleben in Germania, fu considerato colui che trasse la chiesa fuori dalle tenebre papali per guidare quest'ultima verso una fede più pura; Martin Lutero compi la grande opera della riforma della chiesa. Pur essendo cresciuto in una famiglia molto povera, Lutero riuscì ad avere un formazione completa, seppur con grandi sforzi da parte del padre che lavorava come minatore; i genitori di Lutero cercarono fin da piccolo di inculcargli la fede cristiana. A scuola dove si recò prestissimo fu trattato con durezza alle volte per fino con violenza, ma nonostante tutti questi scoraggiamenti Lutero proseguiva verso un ideale elevato di eccellenza morale e intellettuale che attirava la sua anima, la sete di conoscenza e il carattere pratico e aperto della sua mente lo inducevano a desiderare tutto ciò che era concreto e utile, anziché vano e superficiale. Nel 1501 ammesso all' università di Erfurt avviato a studi giuridici entro poi nel 1505 nel ordine degli agostiniani osservanti, diventò così studente di teologia poi consacrato sacerdote nel 1507, fu insegnate di teologia nell'università di Wittemberg; seguito dall' amico Staupitz che gli aprì la mente per il fatto che Lutero pensava alla fede come una cosa oppressiva data della grande severità di Dio, invece Staupitz gli schiuse la mente con queste parole: “Invece di torturarti a motivo dei tuoi peccati, gettati nelle braccia del redentore. Abbi fiducia in lui, abbi fiducia nella giustizia della sua vita, nell'espiazione assicurata dalla sua morte. Egli si fece uomo per darti la certezza del favore divino. Ama chi per primo ti amò”. Lutero era ancora devoto alla chiesa papale, e mai avrebbe immaginato di poter essere altrimenti, quando fu intenzionato ad intraprendere un viaggio a Roma, decise di compiere questo pellegrinaggio a piedi e per rifocillarsi chiedere nei conventi che avrebbe trovato lungo cammino un po' di cibo e una branda per dormire qualche ora; arrivato in Italia si accorse che la vita dei monaci era totalmente diversa da quella trascorsa da lui in quegli anni nel suo monastero e quasi opposta a quella descritta nella bibbia, piena di sfarzi e lussi. Arrivato a Roma ebbe la conferma di quello che già sospettava dalla sua entrata in Italia, cioè l'immagine di una chiesa corrotta, invasa da un'immensa superficialità, da ogni parte sia nel clero che nel popolo che deboscezza e la dissolutezza imperavano, da ogni parte incontrava profanità laddove invece avrebbe dovuto regnare la santità. Con un decreto di quel tempo il pontefice dichiaro indulgenza a tutti coloro che fossero riusciti ad ascendere in ginocchio la “scala di Pilato”; Lutero intento a salire devotamente la scala sentì una voce che tuono con le parole: “Il giusto vivrà per fede”; questo gli permise di capire che tutte quelle opere costruite dal uomo al fine di ricercare la salvezza con vani mezzi, erano state edificate s Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti