Chiesa e regni tra XIV e XV secolo: La guerra dei Cent'Anni; Caratteritiche e conseguenze della guerra; Francia e Inghilterra dopo la guerra dei Cent'Anni; La penisola iberica; L'Europa centrale ed orientale; L'Oriente mediterraneo; La Chiesa dalla cattivitÓ avignonese agli scismi; Cristia ( formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da bettuska

CHIESA E REGNI TRA XIV E XV SECOLO CHIESA E REGNI TRA XIV E XV SECOLO La Guerra dei Cent'Anni Il conflitto che nel XIV e XV secolo oppose i re di Francia e d'Inghilterra Ŕ ricordato come Guerra dei Cent'Anni. L'ostilitÓ tra i sovrani francesi e inglesi, vassalli dei primi, si era manifestata all'epoca di Bouvines e l'espulsione degli Inglesi dalla Francia, nel 1453, pose fine alla rivalitÓ franco - inglese. Dopo la morte nel 1314 di Filippo IV, il Bello, si susseguirono sul trono di Francia i suoi figli; alla morte dell'ultimo, Carlo IV, nel 1328, richiamandosi alla Legge salica, si elesse al trono il parente pi¨ prossimo del defunto, Filippo VI. La sua incoronazione scontent˛ Edoardo III, nipote di Filippo IV il Bello; il re di Francia gli confisc˛ i possedimenti della Guascogna e appoggi˛ la Scozia in guerra con lui, mentre Edoardo rivendic˛ la corona francese, contando sugli aiuti delle grandi casate feudali francesi; nel 1337 scoppiarono le ostilitÓ. Gli Inglesi sbaragliarono l'esercito francese a Crecy nel 1346, a Calais nel 1347 ed a Poitiers nel 1356 e catturarono il re di Francia Giovanni II; la pace di Bretigny nel 1360 assegn˛ al re inglese vastissimi territori. Il nuovo re di Francia Carlo V affid˛ il comando a Bertrand du Guesclin, che adott˛ una strategia di logoramento che costrinse gli Inglesi ad abbandonare parte dei territori occupati. In Inghilterra la rivolta del 1381 fu seguita da una crisi politica; Riccardo II tent˛ di governare servendosi di consiglieri di sua nomina: la reazione del Parlamento port˛ alla detronizzazione del sovrano e all'incoronazione di Enrico IV dei Lancaster; le guerre contro la scozia e la ribellione del Galles impedirono di riprendere l'iniziativa militare in Francia. Anche la Francia conobbe numerose rivolte popolari; la minoritÓ e l'infermitÓ mentale di Carlo VI diedero spazio alle ambizioni degli aristocratici, divisi nelle fazioni degli Armagnacchi, sostenitori del duca d'Orleans, e dei Borgognoni, sostenitori del duca di Borgogna. Quando Enrico V d'Inghilterra riaprý le ostilitÓ contro la Francia, questa non era in grado di opporre resistenza: ad Azincourt, nel 1415, la cavalleria francese subý una sconfitta. Col trattato di Troyes del 1420, Enrico V spos˛ la figlia di Carlo VI e fu riconosciuto erede al trono di Francia; alla sua morte, il figlio venne proclamato, con il nome di Enrico VI, re di Francia e di Inghilterra, mentre il figlio di Carlo VI assunse il nome di Carlo VII e ripieg˛ a sud della Loira. Il lealismo dinastico, la fede religiosa e l'insofferenza verso gli stranieri Inglesi animarono la resistenza delle popolazioni francesi; Giovanna d'Arco si present˛ come inviata dal Cielo a salvare la monarchia francese: quando fu arsa dagli Inglesi come eretica, i Francesi liberarono Orleans e Carlo VII fu consacrato re. Nel 1453, gli Inglesi abbandonarono la Francia, dove conservarono solo la piazzaforte di Calais. Caratteristiche e conseguenze della Guerra dei Cent'Anni Nel corso della gu Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti