La crisi dell'Impero ottomano: riassunto

Appunto inviato da 7psyco6 Voto 8

La crisi dell'Impero ottomano e la nascita del Medio Oriente moderno: riassunto sull'inizio dell'insurrezione e gli interessi delle potenze (2 pagine formato doc)

CRISI DELL'IMPERO OTTOMANO: RIASSUNTO

La crisi dell'Impero ottomano. "Prologo". L’insurrezione Greca durata dal 1821 al 1829 è l’unica rivoluzione uscita vittoria in Europa.
Le potenze della Santa Alleanza rompono la loro unione xk c’erano molto interessi in gioco: la Russia appoggia la Grecia x questioni “religiose” (erano entrambe ortodosse) mentre puntavano allo stretto dei Dardanelli.
I pilastri dell’impero turco
L’impero turco era composto da penisola turca attuale e dalla parte nord dell’Africa (+Egitto e parte dei Balcani).
I suoi pilastri sono la religione e l’esercito e nel sultano questi due punti si fondono.
Ci sono anche dei punti fragili: l’impero prevedeva di controllare gli altri paesi ma nn erano assimilati religiosamente e/o etnicamente. Il controllo era sempre più  debole dopo dure lotte Montenegro e Serbia ottengono l’indipendenza riconoscendo il sultano (chiamato Grande Porta) e pagano dei tributi, Algeria e Tunisia avevano rapporti deboli con la madre patria mentre l’Egitto era più progredito, aveva a capo il Pasha  Mehmet Alì che aveva cercato di modernizzare il paese militarmente e amministrativamente, inoltre inizia la produzione di cotone.

Impero ottomano: riassunto

IMPERO OTTOMANO: RIASSUNTO

Inizio dell’insurrezione. I Turchi si avvalevano dei quadri greci (gruppi di dirigenti) usati nei punti chiave dell’impero si organizzano clandestinamente contro i musulmani. I greci colti vivevano soprattutto a Costantinopoli e Smirnesono a contatto con la circolazione delle idee si forma una mentalità che li porta verso l’insurrezione. Il centro più attivo in questo senso  su un quartiere di Costantinopoli: vi misero le radici le prime società segrete greche. In conseguenza a queste insurrezioni si avrà, dal 29 in poi, la Questione d’Orientel’impero ottomano inizia il declino.

Storia del Medio Oriente: riassunto

DISSOLUZIONE IMPERO OTTOMANO E CONSEGUENZE

Interessi delle potenze
-    Russia:  stretto dei Dardanelli. Inizialmente appoggia la rivoluzione ma poi è convinta da Metternich
a non aiutare i rivoltosi sembra prevalere l’unione fra le potenze.
-    Austria: non le andava bene il progetto della Russia e temeva che altre minoranze si rivoltassero
contro i dominatori
-    Inghilterra: opporsi all’influenza russa
-    Francia: favorevole alla Greciaindebolimento dell’impero ottomano
Fu una lotta sanguinosa fino che nel 22 è proclamata l’indipendenza della Greciastragi da parte dei turchi la Russia rompe la relazione diplomatica, l’Inghilterra riconosce la Grecia e nel resto dell’Europa la Grecia è vista con simpatiaschieramento favorevole a lei. La Turchia pensa (in cambio di Cipro e Candia) a un’espansione in Siria appoggiandosi agli egiziani.
In Russia diventa Zar Nicola I (1825)guarda le cose in modo diverso, più adeguato all’espansionismo mette in crisi l’Austria e la Gran Bretagna risponde positivamente è il momento di intervenire.
Nel 1827 la Gran Bretagna, la Francia e la Russia si riuniscono e  chiedono alla Grecia e alla Turchia un armistizio: la Turchia nega questa possibilitàflotta nel Peloponneso degli Alleati che sbaragliano la flotta turca. Francia e Gran Bretagna penetrano poi via terra pace di Adrianopoli 1829: la Turchia concede l’indipendenza alla Grecia, concede l’autonomia alla Serbia, Moldavia e Valacchia. La Grecia perde le zone più ricche (Fessaglia, Epiro, Creta, isole ionie).
Le potenze che hanno aiutato impongono come governante l’inglese Ottone di Baviera e la Russia ottiene pochi vantaggi territoriali.