Controllo utente in corso...

Il declino dell'universalismo: Crisi dell'impero e papato nel XIV secolo (3 pagine formato doc)

VOTO: 7 Appunto inviato da erton

Il declino delle istituzioni universali (papato e impero) avvenuto tra il XIII e il XIV sec. favorì il verificarsi di episodi di rivolta sociale.


Lo schiaffo di Anagni inflitto a Bonifacio VIII e la conseguente cattività avignonese, portò la chiesa a gravi difficoltà nella sua autorità centrale. Questa difficoltà diventò in seguito una vera e propria crisi del papato quando alla morte di clemente V il conclave riunitosi nel 1314 dovette eleggerne il successore. A causa del disaccordo dei vescovi francesi nel riportare la sede papale a Roma, il conclave rimase bloccato per due anni, scegliendo poi in via temporanea Giovanni XXII, un papa già anziano ma di grande energia ed esperienza politica, il quale si affrettò a confermare la residenza papale ad Avignone.


Nello stesso periodo della crisi del papato si verificò anche quella imperiale, con la contesa al trono tra Federico d’Asburgo e Ludovico di Baviera. Al termine della battaglia di Muhldorf (1322) Federico D’Asburgo venne fatto prigioniero dal vincitore Ludovico, il quale riteneva di non avere altri ostacoli nell’ascesa al trono.


Il papa Giovanni XXII però non volle incoronare Ludovico, in quanto gli pareva una scelta imposta dalla corte imperiale; in questo modo si aprì una lotta tra papato e impero che porterà anche a delle problematiche interne alle due istituzioni universali.
Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.149678945541 secondi