L'inghilterra Del 1600: Economia E SocietÓ - Appunti di Storia gratis Studenti.it

L'Inghilterra del 1600: economia e societÓ: appunti sulle caratteristiche dell'economia e della societÓ dell'Inghilterra nel 1600 (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da chiffe

L'INGHILTERRA DEL 1600: ECONOMIA E SOCIETA'

L’economia e la societa’ dell’Inghilterra nel 1600 - Verso il seicento la società inglese presenta varie e complesse stratificazioni che non si riscontrano in nessun altro stato europeo.
Al vertice di tutto c’era il re e con esso l’antica aristocrazia terriera. Essa che costituia la corte, controllava le maggiori cariche politiche e ecclesiastiche e alternavano gli affari alla caccia alla volpe e a altri svaghi.
Subito dopo venivano la piccola e media nobiltà (gentry), la quale era divisa in ulteriori ramificazioni (baronetto, cavaliere, gentlemen..). Essi si differenziavano dal classico modello feudale degli altri signorotti europei poiché si mostravano come veri e propri imprenditori capaci di investire denaro in tutto quello che sembrava conveniente.

Storia dell'Inghilterra nel 1600, appunti


INGHILTERRA DEL 600

Dopodichè vi era la borghesia composta da mercanti, artigiani, professionisti e anche i piccoli proprietari terrieri (yeomen) e nello strato più basso la popolazione rurali, i marinai i salariati ecc.
Il cuore economico di tutta l’Inghilterra fra tutte queste classi sociali erano la gentry e la yeomen.
Essi, grazie alla privatizzazione delle terre, svilupparono notevolmente l’agricoltura ma soprattutto l’allevamento per la produzione tessile poiché in esso vedevano un guadagno maggiore.
Comincio ,inoltre, a farsi strada il sistema domestico (domestic system) che spostava il ciclo lavorativo dall’artigianato cittadino alla campagna.
Quando era inverno, quindi impossibilitati a lavorare la terra, ai contadini venivano portati attrezzi e materia prima per la lavorazione tessile, in questo modo ci guadagnavano i contadini perché trovavano il modo di racimolare qualche soldo anche nella stagione fredda e ci guadagnano gli imprenditori perché non dovevano pagare le imposte salate delle corporazioni artigianali.

Francia e Inghilterra: situazione religiosa


STORIA DELL'INGHILTERRA

Il prodotto finale erano tessuti di media qualità ,robusti e dai molteplici colori ma soprattutto poco costosi(new draperies) quindi destinati a una clientela di massa.
Questa continua crescita economica si dovette scontrare però con i successori di Elisabetta I, i quali con una politica di accentramento del potere, innescarono una rivolta della rappresentante imprenditoriale e borghese da cui scaturì una guerra civile che si protrasse per svariati anni.
Scese infatti al trono Giacomo I (1603-1625) che per aumentare le entrate fiscali decise di vendere le investiture nobiliari e di dare il monopolio (l’esclusiva nell’esercizio di una attività imprenditoriali) per esempio per la produzione del sapone e della birra ai migliori offerenti.
Il monopolio non era perenne e quindi, quando scadeva, gli imprenditori dovevano pagare un prezzo sempre più alto per riprenderselo. Tutto questo portava a un aumento dei prezzi e ha un peggioramento della qualità dei prodotti.

Storia della Francia e dell'Inghilterra nel 600

Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Home Appunti