Controllo utente in corso...

Gli egiziani e l'Egitto: L’egitto fu abitato per millenni sin dai tempi più antichi grazie alla presenza del Nilo..Le vicende storiche; la società e il commercio; la scrittura; la religione e le credenze... (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da funghetto91

Untitled EGIZIANI L'egitto fu abitato per millenni sin dai tempi più antichi grazie alla presenza del Nilo che in estate straripava invadendo la terra e lasciandoci del limo che la rendeva fertile e adatta ai raccolti del grano, dell'orzo da cui ottenevano la birra, della vite, dell'ulivo, del lino. Infatti l'agricoltura costituiva la risorsa principale degli egizi. Il popolo egiziano fu favorito anche dal fatto che il territorio fosse circondato dai deserti che impedivano l'invasione di popoli stranieri. VICENDE STORICHE Alla fine del 4 millennio (nel periodo predinastico) esistevano 2 regni: alto Egitto a sud che aveva come capitale Hielacompolis, e basso Egitto a nord zona più fertile. Nel periodo protodinastico avvenne l'unificazione del paese che sarebbe avvenuta per opera di Menes re dell'alto Egitto fondatore della prima dinastia che avrebbe occupato il nord attratto dalla maggior fertilità del suolo. La capitale divenne Thinis. L'antico regno, periodo a partire dalla III alla VI dinastia fu un periodo di pace e prosperità e Menfi divenne capitale. Un sovrano della III dinastia fu Zoser che fece costruire la prima piramide a gradoni, a Saqqara, in blocchi di pietre anziché in mattoni di fango. Dalla VII alla X dinastia vi fu il primo periodo intermedio. Durante il medio regno, quello dell'XI e della XII dinastia la capitale fu Tebe e gli egiziani espansero i propri domini nella Nubia e nella Palestina, aprirono le porte commerciali con Creta e costrinsero la Fenicia a pagare tributi per salvare l'indipendenza. Il medio regno finisce con l'invasione degli Hyksos provenienti dall'Asia che dominarono nel delta. Dalla XIII alla XVII dinastia vi fu il secondo periodo intermedio. Col nuovo regno (dalla XVIII alla XX dinastia) l'Egitto conobbe un ultimo periodo di splendore. Il desiderio di ampliare i propri domini portò gli egiziani a scontrarsi contro gli ittiti nella battaglia di Kadesh in Siria, che finì senza vincitori e anzi con il primo patto di alleanza tra Ramses II ed il governatore Ittita che prevedeva anche un reciproco aiuto in caso di attacco esterno. Il pericolo era infatti rappresentato dagli assiri che divenivano sempre più potenti. Il periododelgi ultimi faraoni egiziani che adottarono il nome Ramses è detto Ramesside. Merneptah sconfisse gli invasori provenienti dall'Egeo , ed è probabile che proprio sotto il suo regno sia avvenuto l'esodo degli ebrei dall'Egitto. Dalla XXI alla XXX dinastia si succedettero dinastie libiche e salibiche provenienti dalla Nubia e dal centro dell'Africa. L'egitto fu poi conquistato dai Babilonesi, dai Persiani, da Alessandro Magno; infine l'impero egiziano crollò definitivamente sotto l'impero romano. SOCIETA' E COMMERCIO La società egizia era una monarchia ereditaria e teocratica in quanto il faraone esercitava il potere assoluto e, riconosciuto come divinità terrena e figlio di Ra, era capo della religione. Nella piramide sociale seguivano il visir primo collaboratore del faraone, i sacerdoti, Continua »

LUOGHI: egitto PERSONE: alessandro magno
vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.233525037766 secondi