Diritto costituzionale

Appunto inviato da pikotto Voto 5

Fascicolo sul corso dedicato al diritto costituzionale (36 pagine formato doc)

DIRITTO POSITIVO: è artificiale perché è un prodotto dell'uomo, se ne è sempre avvertita la necessità. È un prodotto relativamente recente sia il nostro stato che la nostra costituzione.

La rivoluzione è un prodotto d'esportazione, il primo è stato Napoleone che ne ha poi messo da parte i valori per costituire un regime autoritario. CONGRESSO DI VIENNA: obiettivo era rimettere sul trono i legittimi successori dei vecchi re (Restaurazione).

PIEMONTE SABAUDO: vecchio ducato in cui si instaura una monarchia a metà. Si avvertono esigenza di libertà. CARLO ALBERTO emana proclama in cui promette che darà costituzione (8 FEBBRAIO 1848). Si passa da regime assolutistico a stato costituzionale (con divisione dei poteri). Anche principe di monaco da Statuto molto simile a quella di Carlo Alberto. 5 marzo 1848 STATUTO DEI SAVOIA con cui si proclama MONARCHIA COSTITUZIONALE (la forma che permette meno concessioni). P.3.

Concessione del POTERE ESTERO, organo legislativo bicamerale anche se il re conserva un certo potere in quanto le SANZIONA e le PROMULGA. La giustizia è mantenuta da giudici eletti dal re (se hai anzianità e certo grado non vieni trasferito). RISERVA DI LEGGE: si riserva al parlamento la disciplina di certe materie sensibili (vita, proprietà, libertà). STATO CONFESSIONALE (cattolica unica religione dello stato, ma le altre forme non sono vietate, sono semplicemente tollerate). È uno STATUTO flessibile perché così è stato trattato (fascismo inventa delle forme para-legali, e le modifiche sono fatte con semplici leggi). LEGGE FONDAMENTALE PERPETUA E IRREVOCABILE.

PIEMONTE assume ruolo importante, come punto di riferimento come aggregatore nel movimento di riunificazione nazionale. MAZZINIANI vogliono Italia unita come una Repubblica. Passaggio GARIBALDI ai Savoia. GIOBERTI voleva una federazione come i liberali.

COME SI EVOLVE LA MONARCHIA PIEMONTESE CON LO STATUTO ALBERTINO? Nei fatti statuto non viene applicato, dopo qualche presidente del consiglio con la nomina di CAVOUR esso prende un'altra piega, in quanto Cavour ha in mente una politica diversa di VITTORIO EMANUELE II e cerca appoggio nella camera e nel senato (camera monoclasse, con i membri di una delle due classi elette dal re e a vita). LIMITAZIONE DELLA COSTITUZIONE. Camera alla Montesqueu (ogni potere rappresenta una classe, un interesse).

Cavour cerca appoggio camere (UK camera parlamentare, presidente chiede fiducia), egli avvia l'ordinamento italiano verso una forma parlamentare: art. 65-67 i ministri sono responsabili, questa è molto vaga e permette di fare modifiche (presidente responsabile non a re ma alle camere).

MONARCHIA PARLAMENTARE: il gabinetto del re trova il capo di governo nel re, invece il capo del governo diventa presidente del consiglio. Presidente del consiglio che poteri ha? La costituzione costituisce un governo sulla base della collegialità non sulla supremazia di qualcuno. La mancanza di una guida unitaria fa si che ministro concepito come figura autonoma che ha piena autonomia. DITTATURA perfezionamento di un sistema non libero. 1867 REGIO DECRETO definisce compiti di presidente e parlamento. (P.11). 1901 vigente fino 1988 (decreto Zanardelli cessa).