Scheda Appunto MP3

Cultura materiale e genere di vita

Appunto Audio

Share 5 min 22 sec
  • Descrizione: I gruppi umani si distinguono gli uni dagli altri in base ad elementi biologici e ad elementi culturali. A differenza dei caratteri biologici, trasmissibili soltanto per via ereditaria, i caratteri culturali si formano e si evolvono per contatto e per imitazione. Le manifestazioni della cultura spirituale sono state sempre fattori di coesione e di assimilazione attraverso un processo svincolato dall'ambiente.
  • Tipologia: Università
  • Testo completo: I gruppi umani si distinguono gli uni dagli altri in base ad elementi biologici e ad elementi culturali. A differenza dei caratteri biologici, trasmissibili soltanto per via ereditaria, i caratteri culturali si formano e si evolvono per contatto e per imitazione.
    Le manifestazioni della cultura spirituale sono state sempre fattori di coesione e di assimilazione attraverso un processo svincolato dall'ambiente. Invece la cultura materiale, che ogni società elabora insieme al proprio patrimonio spirituale, è caratterizzata da costumanze e tecniche rispondenti alle condizioni ambientali. In sede geografica i fatti più espressivi sono l'occupazione prevalente per procurarsi i mezzi di sussistenza e il modo di soddisfare gli altri bisogni essenziali, come il vestiario e l'abitazione.
    La più elementare attività per procurarsi il cibo è la raccolta dei prodotti spontanei, alla quale si alterna o si accompagna la caccia o la pesca. A questa forma, considerata la più "primitiva", succedono l'agricoltura sedentaria e la pastorizia, attuate mediante la coltivazione delle piante utili e l'addomesticamento degli animali.
    Nelle società più semplici, la cultura materiale delinea uno specifico "genere di vita”. Il genere di vita si può definire come l'insieme delle pratiche adottate da un gruppo umano per assicurare la propria sussistenza: esprime l'adattamento attivo alla natura, secondo l'evoluzione delle tecniche e le scelte economiche e sociali.
    Ogni genere di vita è contraddistinto da alcuni tratti peculiari: strumenti, tecniche, dettami religiosi.
    L'adattamento all'ambiente è più chiaro nel caso di una natura ostile, ma un determinato ambiente non impone per propria forza questo o quello tra i generi di vita possibili.
    Un genere di vita può estendere la sua area mediante la dilatazione del gruppo che lo pratica o con la conquista di altri gruppi. Talvolta sono singole conoscenze a passare dall’uno all'altro gruppo. Un genere di vita non è mai fisso, definito una volta per tutte; si evolve attraverso l'acquisizione di nuove tecniche e le modificazioni demografiche.
    Ogni gruppo umano da una parte deve fare i conti col substrato naturale e dall'altra è legato al sistema socio-economico. Quando si tratta di una società "primitiva", le sue tecniche elementari riflettono l'adattamento all'ambiente ed esprimono un particolare genere di vita. Le società complesse, fondate sulla divisione del lavoro, esprimono una molteplicità di modi di vita in rapporto alla molteplicità delle categorie professionali e delle classi sociali: oltre al tipo di sfruttamento delle risorse, entrano in gioco le strutture socio-economiche, distinte per il diverso valore attribuito al capitale e al lavoro.
    La geografia non può considerare l'ambiente come il principale fattore esplicativo ma deve riconoscere la forza di meccanismi e organismi invisibili nel quadro fisico. Ogni "modo di vita" è la risposta di un gruppo umano all’organizzazione economica e sociale che esso si è data o che gli è stata imposta.
    La produzione industriale e l'organizzazione commerciale portano alla diffusione di uno stesso prodotto in angoli del mondo dalla natura la più diversa; ma una coltivazione non può reggere se non nelle condizioni competitive che l'ambiente permette. L'ambiente, a fronte della pianificazione politica o della domanda del mercato, è un punto di resistenza col quale ogni società deve fare i conti.
    Un elemento distintivo della cultura materiale è la foggia del vestiario. L'abbigliamento prende inizio col coprire le parti più delicate del corpo, per un bisogno di protezione: il sentimento del pudore compare in una fase successiva.
    La scelta delle fibre è legata da una parte alle possibilità offerte dall'ambiente e dall'altra al tipo di cultura; culturale è la foggia del vestire.
    Il più importante elemento espressivo della cultura materiale è l'abitazione, la quale rispecchia sia l'ambiente che il genere di vita.
    Come momento del rapporto tra uomini e territorio, l'abitazione risente delle condizioni dell'ambiente, ma nello stesso tempo è un prodotto della cultura materiale delle società umane e rappresenta le diverse soluzioni che le società hanno adottato per soddisfare il bisogno di riparo e di difesa.
Carica un appunto Home Appunti