Scheda Appunto MP3

Gli inizi della storiografia senatoria

Appunto Audio

Share 2 min 7 sec
  • Descrizione: Catone si dedicò alla composizione di un’opera storica, le “Origines”, intesa a diffondere i principi della sua azione politica. Le “Origines” erano la prima opera storica in latino: Catone ostentava disprezzo per l’annalistica romana in lingua greca e per la tradizione a cui essa rimandava. Catone era un personaggio politico tra i più eminenti.
  • Tipologia: Università
  • Testo completo: Catone si dedicò alla composizione di un’opera storica, le “Origines”, intesa a diffondere i principi della sua azione politica. Le “Origines” erano la prima opera storica in latino: Catone ostentava disprezzo per l’annalistica romana in lingua greca e per la tradizione a cui essa rimandava.
    Catone era un personaggio politico tra i più eminenti. Alla storiografia latina, dunque, viene conferito un impegno politico: nelle “Origines” avevano spazio le preoccupazioni di Catone per la corruzione dei costumi e la rievocazione delle battaglie che lui stesso aveva condotto in nome della saldezza dello Stato, contro il culto della personalità. Era privilegiata, inoltre, la storia contemporanea.
    Il libro I è dedicato alla fondazione di Roma; il II e III libro, alle origini delle città italiche; il IV e V libro affrontano il tema delle guerre puniche; il VI ed il VII scendono fino alla pretura di Servio Sulpicio Galba, nel 152 a.C.
    Catone elaborò una concezione originale della storia di Roma, che insisteva sulla lenta formazione dello Stato e delle sue istituzioni; la creazione dello Stato era vista come l’opera collettiva del populus Romanus intorno alla classe dirigente senatoria.
    Catone s’interessava alla storia delle popolazioni italiche e metteva in rilievo il contributo da queste dato alla grandezza ed austerità di costumi.
    Catone, inoltre, dimostrava interesse per i popoli stranieri e per le loro usanze.
Carica un appunto Home Appunti