Il Fantasma Di Canterville – Oscar Wilde - Podcast gratis Studenti.it
Controllo utente in corso...

Scheda Appunto MP3

Il fantasma di Canterville – Oscar Wilde

Appunto Audio

Share 8 min 36 sec
  • Descrizione: Il fantasma di Canterville è la storia della famiglia di Hiram B. Otis, che giunge in Inghilterra dagli Stati Uniti per trasferirsi nel castello di Canterville. La famiglia Otis è composta dal signor Oris, dalla moglie, dal figlio maggiore Washington, da due gemelli e dalla piccola Virginia. Miss Catherine Humney, la domestica inglese paurosa, dignitosa e affranta, vive nel castello da sempre e, a causa dei suoi continui svenimenti, viene vista come un personaggio un po’ comico.
  • Tipologia: Superiori
  • Testo completo: Il fantasma di Canterville è la storia della famiglia di Hiram B. Otis, che giunge in Inghilterra dagli Stati Uniti per trasferirsi nel castello di Canterville. La famiglia Otis è composta dal signor Oris, dalla moglie, dal figlio maggiore Washington, da due gemelli e dalla piccola Virginia. Miss Catherine Humney, la domestica inglese paurosa, dignitosa e affranta, vive nel castello da sempre e, a causa dei suoi continui svenimenti, viene vista come un personaggio un po’ comico. La domestica racconta agli Otis la storia di sir Simon, che ha ucciso la moglie, spinto da un moto d’ira nel lontano 1575. Da quel momento l'uomo è stato condannato all’eterna dannazione di vagare di notte per il castello. L’aristocratico fantasma, il cui unico chiodo fisso è diventato quello di spaventare coloro che si sistemano nella sua antica dimora, non riesce più a “lavorare” con la presenza degli Otis. Infatti i figli degli Otis invece di temerlo a morte lo raggirano con scherzi e burle. I padroni di casa cercano una soluzione ai fastidi causati dal fantasma, che, avvisato da Virginia, la figlia diciottenne primogenita degli Otis, dopo una misteriosa visita, non vuole gettare la spugna. Cecil Clayton fa visita agli Otis, reclamando i suoi diritti su antichi debiti, ma l’incontro con Virginia è fatale per i due, che s’innamorano. Sir Simon prova disgusto per i due giovani innamorati perché fanno gli venire nostalgia di Eleonore, sua moglie. Arriva la festa della notte di Halloween e Virginia, pur innamoratissima di Cecil, decide di salutarlo per andare a consolare il povero fantasma. Questi si mostra sprezzante, ma poi esprime con commozione il suo desiderio di raggiungere la pace eterna, cosa che potrà avvenire solo se una ragazza piangerà per lui, come c’era scritto nella maledizione. Questo miracolosamente avviene: Virginia piange e accetta di implorare perdono all’Angelo della morte, ma prima pretende che il fantasma perdoni sua moglie, che appare all’improvviso e scorge, nel suo sguardo una luce di perdono. Nel frattempo Cecil e gli Otis sono disperati per l’ormai lunga assenza di Virginia e la cercano invano per il castello. Finalmente Virginia torna al castello. Al racconto si può dare un’interpretazione più filosofica: l’idealismo della società nobiliare inglese si scontra con lo stile di vita pratico ed essenziale del Nuovo Mondo, l’America. Nel racconto, che si colloca alla metà del 1800 circa, vengono descritte due famiglie: la prima appartiene all’aristocrazia britannica, mentre l’altra ad un’America repubblicana in netto contrasto con la monarchia inglese. La famiglia Otis è portatrice di novità ed è caratterizzata da una particolare concretezza: i repubblicani credono infatti che si possa comprare tutto con il denaro, come si nota dall’affermazione del primo ministro americano “E va bene, sono disposta a comprare mobili e fantasma in un unico blocco”.
    L’autore poi presenta in modo strano il tema dell'amicizia, soffermandosi su quella instaurata tra una ragazzina, Virginia, e un fantasma. Questa non è una vera e propria amicizia, ma un dialogo strano tra persone prima molto distanti.
    I personaggi più importanti sono: il Fantasma, il signor Otis, la signora Otis, Virginia, i gemelli e Cecil, il fidanzato di Virginia.
    Il Fantasma è vecchio, dall’aspetto terribile, possiede occhi rossi come carboni ardenti, indossa vesti  sporche e stracciate, ha capelli lunghi e grigi, dalle sue mani e dai suoi piedi pendono pesanti manette e catene arrugginite, è cattivo e crudele, prova disprezzo per la razza umana. Lui, che vive in quella casa da centinaia di anni, vorrebbe spaventare i nuovi arrivati, ma non ci riesce e finisce per cadere nella disperazione, fino a decidere di non voler più esercitare il suo mestiere poiché è stato ferito nell’orgoglio. Solo la dolcezza di Virginia riesce a fargli riprendere fiducia in se stesso e ad accompagnarlo ad una fissa dimora per la vita ultraterrena come aveva sempre desiderato, nel giardino della morte. Il povero fantasma si sente tanto “solo e infelice”, non sa proprio cosa fare ed ha tanta voglia di andare a dormire ma non può. È con quest’esclamazione che coglie impreparata la povera Virginia, che gli consiglia di andare a letto e spegnere la candela, senza capire che il fantasma, in realtà, esprime il suo desiderio di andare a dormire per sempre.
    Il signor Otis è un uomo molto deciso e sicuro di sé, determinato, consapevole delle cose che fa o può fare ed intelligente. È scettico sui fantasmi, come si può notare dalle sue stesse parole “ma io le dico che i fantasmi non esistono, e non penso che le leggi di natura possano essere cambiate a favore dell’aristocrazia britannica”. Inoltre, da quanto emerge, sembra un abile fantino e un buon padre di famiglia: si preoccupa molto, infatti, alla scomparsa di sua figlia e parte subito alla ricerca in prima persona, nonostante fosse già stata avvisata la polizia londinese. È anche dalla sua ricerca in prima persona che si nota il coraggio di quest’uomo, un coraggio che si manifesta soprattutto nel momento in cui l’uomo esce dalla stanza per andare a vedere cosa sta succedendo nel corridoio e, alla vista del fantasma, con gran freddezza, non corre al riparo, ma gli offre del lubrificante affinché le sue catene siano meno rumorose. Caratteristica lampante di questo personaggio è la sua ammirazione verso i prodotti della tecnologia, come il Detergente Incomparabile Pinkerton che utilizza per ripulire la macchia di sangue trovata nella biblioteca.
    Vi è poi la signora Otis, ottima madre di famiglia, che non parte alla ricerca della figlia in prima persona al momento della sua scomparsa, ma, dalla descrizione appare veramente sotto shock e, una volta ritrovata la giovane, non sta più nella pelle. La signora appare inoltre come una donna molto precisa e amante della tradizione: alle sei in punto vuole tutti riuniti intorno al tavolo per bere un delizioso tè. E viene descritta come una donna molto paurosa e intimorita da ogni cosa strana che vede, come per esempio la macchi di sangue.
    Virginia, la figlia dei coniugi Otis, è in un certo senso la seconda protagonista di questo racconto, l’eroina. Piccola, educata, molto intelligente per l’età non ancora avanzata, prova pietà per il fantasma. È lei infatti l’unica persona che vuol veramente bene al fantasma. E anche quando si insospettisce che sia il fantasma a rubarle le tempere per disegnare la macchia di sangue, non lo dice alla famiglia per evitare che possano fare del male al poveretto. Si può definire anche coraggiosa, dal momento che decide di avventurarsi nel viaggio per permettere al fantasma di essere perdonato,  nonostante ci siano parecchi “spiriti” che le suggeriscono di voltarsi e ritornare indietro. Virginia è molto fedele al fantasma e anche quando il suo fidanzato le chiede di rivelargli il suo segreto, lei rifiuta con decisione dicendo che è una cosa troppo personale.
    I Gemelli sono burloni, scettici sui fantasmi e dispettosi. In coppia ne combinano di tutti i colori e prendono di mira il fantasma. Sono soprannominati “Stelle e Strisce” poiché sono sempre in moto, coi capelli al vento come una bandiera, con chiaro riferimento a quell’americana.
    Infine c'è Cecil, il fidanzato di Virginia. È molto innamorato della giovane, tanto che non si arrabbia quando la ragazza non vuole raccontargli il suo segreto, l'importante è che abbia il suo cuore. Anche lui va alla ricerca della ragazza in prima persona, senza temere niente. Al momento della scomparsa ha un momento di rabbia nei confronti del padre e lo accusa di non avergli permesso di sposarla subito, causando tutto ciò. Comunque non sì dà per vinto e, al ritrovamento della sua amata, è la persona più felice sulla faccia della terra.
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0303268432617 secondi