La Riproduzione Sessuata Ed Asessuata - Podcast gratis Studenti.it

Scheda Appunto MP3

La riproduzione sessuata ed asessuata

Appunto Audio

Share 7 min 54 sec
  • Descrizione: La Riproduzione Asessuata: Nei procarioti l’assenza di nucleo e la presenza di un unico filamento di DNA rendono il processo molto semplice. Dopo aver duplicato il DNA e aver spostato ogni copia alle estremitŕ della cellula, la membrana cellulare si strozza, fino a separare le due nuove cellule.
  • Tipologia: Superiori
  • Testo completo: La Riproduzione Asessuata:
    Nei procarioti l’assenza di nucleo e la presenza di un unico filamento di DNA rendono il processo molto semplice. Dopo aver duplicato il DNA e aver spostato ogni copia alle estremità della cellula, la membrana cellulare si strozza, fino a separare le due nuove cellule. Questo procedimento prende il nome di SCISSIONE BINARIA( La stella marina per esempio è un esempio esplicito riguardo la Riproduzione Asessuata: grazie ad un processo chiamato rigenerazione la stella marina è in grado di rigenerare le sue parti del corpo). Alle volte si forma una sorta di gemma laterale che lentamente si separa dalla cellula madre; in questo caso il processo prende il nome di GEMMAZIONE. Di questo processo fa parte la Mitosi, cioè la moltiplicazione.

    La riproduzione Sessuata:
    La riproduzione Sessuata prevede l’intervento di due organismi, che forniscono le cellule sessuali (cellula uovo e spermatozoo); queste si incontreranno e daranno origine ad uno zigote che, dopo una fase di sviluppo embrionale, produrrà un nuovo individuo simile ai genitori.
    Gli obiettivi della riproduzione sessuata sono:                                                                       
    - il rimescolamento delle caratteristiche genetiche
    - l’aumento della variabilità interspecifica di una popolazione (riproduzione).
    Di quest’ altro processo invece occorre prendere in considerazione la Meiosi.
    Prima di andare ad analizzare i due processi di moltiplicazione (Mitosi) e riproduzione (Meiosi) chiariamo dei semplice termini tecnici che c permetteranno di comprendere meglio i due processi.
    Cromosomi: contengono la maggior parte del DNA dell’organismo e, una volta duplicati, si collocano ai lati opposti della cellula madre.  I cromosomi sono corpuscoli a forma di bastoncino contenuti nel nucleo della cellula e visibili solo durante le fasi della divisione cellulare.

    Nucleo: Il nucleo e' una struttura tondeggiante avvolta da un involucro nucleare e al suo interno si possono distinguere uno o piu' nucleoli. Contiene la cromatina che, in particolare momenti della vita cellulare, si suddivide a formare i cromosomi, costituiti da DNA.

    DNA:  Il DNA si compone di due filamenti avvolti l'uno attorno l'altro in una doppia elica  e determina le caratteristiche della specie.

    Cromatina: e’ un piccolo ammasso nucleare di granuli e filamenti. Al momento delle divisioni cellulari mitosi e meiosi, questa sostanza assume il ruolo importantissimo di originare organuli a forma di bastoncini, i cromosomi, che hanno il compito di trasmettere i caratteri ereditari.

    Analizziamo il processo della MITOSI

    La mitosi è un processo di divisione cellulare che avviene in tutte le cellule somatiche vegetali ed animali. Ha come scopo l’aumento del numero di cellule e la sostituzione di cellule morte. Esso comporta la spartizione del materiale di una cellula fra due cellule figlie.
    Il meccanismo generale è uguale in tutte le cellule degli eucarioti, pur essendovi  alcune differenze tra le cellule animali e le cellule vegetali.
     
    In particolare è un processo di divisione cellulare che permette alla cellula madre di dividersi in due cellule figlie identiche. Il processo inizia con la profase, i cromosomi già duplicati si condensano e i centrioli si posizionano verso l’esterno della cellula; intanto appaiono i fusi mitotici. Con la metafase si disgrega l’involucro del nucleo il fuso di fibre si organizza e i cromosomi si spostano al centro della cellula. Segue l’anafase i due cromatidi di ciascun cromosoma si separano e migrano verso i poli della cellula. La mitosi termina con la Telo(fine)fase il citoplasma si divide e il nucleo si ricompone intorno ad ogni gruppo di cromosomi che diventa meno condensato. La cellula madre fa nascere così due cellule figlie identiche con lo stesso patrimonio genetico.

    Analizziamo il processo della MEIOSI

    La meiosi è la sequenza di due divisioni cellulari successive: a partire da una cellula se ne formano quattro i gameti che contengono ciascuno la metà dei cromosomi della cellula d’origine. Il processo viene schematizzato dividendolo in quattro fasi: nella profase i cromosomi omologhi si appaiano e attraverso il crossing-over (ricombinazione genetica)  si scambiano il materiale genetico. La coppia di cromosomi si posiziona poi nel centro della cellula, nell’anafase i cromosomi omologhi si separano e migrano verso i poli della cellula trascinati dai microtubuli la cellula allora si divede  e il nucleo si ricompone. Abbiamo così due cellule aploidi (senza i poli) ciascuna con un solo esemplare di ciascun cromosoma. La seconda divisione comincia con una nuova profase, al termine i cromosomi si posizionano nel centro della cellula. I cromatidi di ciascun cromosoma si separano e migrano verso i poli infine le cellule si dividono per generare quattro cellule aploidi   

    Il Tumore
    Nell’organismo possono svilupparsi delle cellule che non possiedono un sistema di controllo del ciclo cellulare e perciò si dividono in modo eccessivo provocando una malattia (patogenesi) detta Tumore. Il tumore può essere maligno o benigno, in quest’ultimo caso la massa è formata da cellule del tutto normali e di solito non si propaga nel resto dell’organismo. Invece i tumori maligni sono masse di cellule che si possono diffondere nei tessuti circostanti e spesso anche in altre parti del corpo, si possono anche staccare dalla massa originaria ed entrare nel sistema circolatorio. Detta propagazione viene detta metastasi.

    Esempi di strategie antropiche che implicano la propagazione della specie:
    Talee: la talea è la riproduzione di una pianta. Avviene soprattutto in tarda primavera o inizio estate e consiste nel tagliare un ramoscello o anche addirittura soltanto una foglia  e rinterrarla immediatamente in un altro vaso porgendo la parte tagliata sulla terra in modo tale che il ramoscello (grazie anche a delle sostanze particolari che servono per stimolare la crescita delle radici) riesca a far crescere le radici e usufruire del composto della terra (ma anche dell’acqua) per vivere.
    L’Innesto: è usato soprattutto per i cactus. Certi cactus sono difficili da coltivare al coperto sulle loro radici. Queste piante vengono solitamente innestate su un’altra pianta piu facile da coltivare. Dopo aver tagliato la pianta bisogna immediatamente farla combaciare con la superficie dell’altra ed’è indispensabile che gli anelli combacino perfettamente con quella sottostante.
Carica un appunto Home Appunti