Scheda Appunto MP3

RNA: struttura secondaria e funzioni biologiche

Appunto Audio

Share 2 min 46 sec
  • Descrizione: L’RNA è costituito da una catena di nucleotidi in cui lo zucchero è il ribosio e la Timina è sostituita dall’Uracile. La complementarietà delle basi è in questo caso Adenina-Uracile e Citosina-Guanina. Mentre il DNA è una molecola di grandi dimensioni e notevolmente stabile, gli RNA sono più piccoli, hanno vita limitata e inoltre sono caratterizzati da una struttura a singolo filamento.
  • Tipologia: Università
  • Testo completo: L’RNA è costituito da una catena di nucleotidi in cui lo zucchero è il ribosio e la Timina è sostituita dall’Uracile. La complementarietà delle basi è in questo caso Adenina-Uracile e Citosina-Guanina.
    Mentre il DNA è una molecola di grandi dimensioni e notevolmente stabile, gli RNA sono più piccoli, hanno vita limitata e inoltre sono caratterizzati da una struttura a singolo filamento. Le molecole di RNA possono ripiegarsi su se stesse in modo tale da permettere la formazione di legami ad idrogeno tra basi complementari appartenenti a tratti diversi e distanti della medesima catena con formazione di zone a struttura secondaria elicoidale.
    Piccole molecole di RNA sono quindi in grado di acquisire una struttura tridimensionale regolare, spesso responsabile della loro funzione specifica, mentre RNA più grandi presentano zone a struttura tridimensionale definita, congiunte fra loro da parti non strutturate.
    Le molecole di RNA vengono sintetizzate utilizzando un filamento di DNA come stampo sul quale vengono appaiati i singoli nucleotidi complementari dell’RNA (trascrizione). Spesso la forma funzionale di un RNA è più corta rispetto al trascritto primario. Il passaggio dalla forma primaria inattiva a quella finale funzionale avviene ad opera di enzimi specifici che rimuovono alcune zone della molecola (introni) e saldano quelle rimanenti (esoni) attraverso un processo di taglia-incolla detto splicing.
    L’RNA permette al DNA di trasformare le informazioni in esso contenute in proteine. Esistono 3 tipi di RNA, tutti coinvolti nella sintesi proteica:
    - RNA ribosomiale (rRNA) che va a formare i ribosomi, organuli cellulari che “traducono” le sequenze nucleotidiche in sequenze proteiche;
    - RNA messaggero (mRNA) che copia le informazioni contenute nel DNA (trascrizione) e le trasferisce ai ribosomi per la traduzione;
    - RNA di trasporto o transfer (tRNA) che porta gli amminoacidi ai ribosomi affinché li saldino in catene proteiche (sintesi proteica).
Carica un appunto Home Appunti