Il sistema solare: La nascita del sistema solare e la sua evoluzione (7 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da aragorn88

Le teorie riguardanti l'origine e l'evoluzione del sistema solare sono varie e investono numerose discipline scientifiche, dall'astronomia alla fisica, alla geologia. Molte nei secoli sono state le teorie proposte per l'origine del sistema solare, è tuttavia dal XVIII secolo che iniziano a prendere forma le teorie moderne. La nebulosa solare L'ipotesi sull'origine del sistema solare che attualmente gode di maggior credito è quella della nebulosa, proposta inizialmente da Immanuel Kant nel 1755 e indipendentemente da Pierre-Simon Laplace[1] . La teoria della nebulosa afferma che il sistema solare ha avuto origine dal collasso gravitazionale di una nube gassosa, la nebulosa solare. Si ipotizza che nel tempo una forza interferente (probabilmente una vicina supernova) abbia compresso la nebulosa, spingendo materia verso il suo interno ed innescandone il collasso. Durante il collasso, la nebulosa iniziò a ruotare più rapidamente, e a riscaldarsi. Con procedere dell'azione della gravità, della pressione, dei campi magnetici e della rotazione, la neublosa si appiattì in un disco protoplanetario con una protostella al suo centro in via di contrazione. Da questa nube di gas e polveri si formarono diversi pianeti. Un disco protoplanetario in formazione nella nebulosa di Orione Il sistema solare interno era troppo caldo per impedire la condensazione di molecole volatili quali acqua e metano, vi si formarono pertanto dei planetesimi relativamente piccoli e formati principalmente da composti ad alto punto di fusione, quali silicati e metalli. Questi corpi rocciosi evolveranno successivamente nei pianeti di tipo terrestre. Più esternamente, oltre la linea di congelamento, si svilupparono invece i "giganti gassosi" Giove e Saturno, mentre Urano e Nettuno catturarono meno gas e si condensarono attorno a nuclei di ghiaccio. Grazie alla loro massa sufficientemente grande, i "giganti gassosi" hanno trattenuto l'atmosfera originaria sottratta alla nebulosa. I pianeti di tipo terrestre l'hanno invece perduta. La loro atmosfera è frutto di vulcanismo, impatti con altri corpi e, nel caso della Terra, ha permesso l'evoluzione della vita. Dopo 100 milioni di anni la pressione e la densità dell'idrogeno nel centro nella nebulosa divennero grandi a sufficienza per avviare la fusione nucleare nella protostella. Il vento solare prodotto dal neonato Sole spazzò via i gas e le polveri residui del disco allontanandoli nello spazio interstellare e fermando Continua »

vedi tutti gli appunti di astronomia »
Carica un appunto Home Appunti