Processi civile, penale e amministrativo

Appunto inviato da parmafun Voto 5

riassunto che spiega i diversi tipi di processi, quello civile, penale e amministrativo (1 pagine formato doc)

PROCESSO SIGNIFICATO - Il processo è un insieme di atti compiuti dal giudice e dalle parti, cioè dai soggetti interessati, per applicare le leggi a un caso concreto. Il processo si conclude con un provvedimento del giudice, che è chiamato sentenza. I principali tipi di processo sono: civile, amministrativo, penale.

Leggi anche Diritto processuale civile: appunti

PROCESSO CIVILE - Il processo civile nasce da una controversia tra individui, in cui uno dei due chiede di ottenere il riconoscimento di un diritto soggettivo. Inizia così il processo: Il giudice accerterà i fatti sulla base delle prove che gli avvocati delle parti produrranno in giudizio ed emetterà una sentenza sul caso. Il processo civile è quindi lo strumento mediante cui i privati ottengono dal giudice una sentenza che risolve le controversie relative ai loro diritti soggettivi. La sentenza emanata dal giudice è il giudizio di primo grado. La parte soccombente può impugnare la sentenza, cioè ricorrere contro di essa. Il caso verrà allora esaminato dal giudice di secondo grado (giudice d'appello), il quale emetterà una nuova sentenza, che può confermare la sentenza di primo grado o può essere totalmente diversa. In questo caso la sentenza di secondo grado annulla quella di primo grado e si sostituisce ad essa. La parte soccombente può impugnare la sentenza e ricorrere in cassazione. La corte di cassazione può confermare la sentenza di secondo grado o annullarla, se ritiene che essa abbia violato la legge, però non può sostituirla con una nuova sentenza ma deve rinviare il caso a un altro giudice (giudice d'appello). La sentenza di quest'ultimo sarà definitiva. La corte di cassazione giudica solo sulla legittimità di una sentenza cioè se i giudici nell'emettere questa, abbiano violato la legge oppure no . Inoltre la cassazione non può giudicare nel merito, cioè sui fatti specifici del caso.

Leggi anche Istituzioni di diritto processuale civile: appunti

PROCESSI CIVILE PENALE E AMMINISTRATIVO - Il processo amministrativo viene chiamato comunemente giudizio amministrativo, riguarda i rapporti tra il cittadino e lo Stato, cioè tra i cittadini e la P.A. Il cittadino che ritiene che la PA abbia violato un suo diritto soggettivo può fare ricorso al giudice amministrativo, cioè al TAR chiedendo l'annullamento dell'atto stesso. Il TAR emetterà una sentenza che potrà ritenere l'atto legittimo o illegittimo e annullarlo. La parte soccombente potrà impugnare la sentenza del TAR dinanzi al consiglio di Stato. Il Consiglio di Stato emetterà sul caso una sentenza, che è definitiva.

Leggi anche Diritto processuale civile: dispense

PROCESO PENALE - Il processo penale avviene quando una persona arreca un danno ad un’altra persona.
Pertanto quando un individuo che è sospettato di aver commesso un reato verrà sottomesso ad un processo penale.
Il processo penale è uno strumento attraverso il quale lo Stato realizza l’interesse pubblico alla punizione dei reati.
Il pm quando ha notizia che è stato commesso un reato, ha l’obbligo di indagare su di esso servendosi della polizia giudiziaria, per individuare il colpevole.
Il pm quando indaga su una persona, deve ad un certo momento, informarla di ciò, mandando un avviso di garanzia o comunicazione giudiziaria.
Il pm se ritiene di avere prove sufficienti per incriminare una persona chiede ad un altro giudice (giudice per le indagini preliminari, gip) di rinviare a giudizio ( cioè sottoporre a processo quella persona), che diviene cos’ imputata di quel reato.