Canto XIII dell'Inferno: Riassunto di quel che accade nel canto 13 dell'inferno della Divina Commedia, diviso anche in sequenze (2 pagine formato doc)

VOTO: 3 Appunto inviato da chricasa93

CANTO 13

1-9 DESCRIZIONE SELVA DEI SUICIDI

Erano giunti in un bosco senza sentieri. La fronde era di colore cupo, rami nodosi e conforti, non c'erano frutti, ma spine con veleno. Non hanno dimora tra sterpi così intricati e folti neppure quelle selvagge fiere tra Cecina e Corneto ( nella Maremma) fuggono i luoghi coltivati.



10-15 ARPIE

Qui nidificano le repellenti arpie, che cacciarono i Troiani con una sventura. Hanno ampie ali e collo e aspetti umani, zampe con artigli, e il grande ventre coperto di penne, emettono suoni lamentosi e orribili sugli alberi.


16-21 VIRGLIO PARLA DEL GIRONE A DANTE

Virgilio dice a Dante che prima di entrare nel secondo girone vi rimarrà fino a quando non arriverà all'orribile spiaggia. Gli dice di stare attento perché vedrà che toglierebbero senso a quello che dice.


22-30 DANTE CHIEDE A VIRGILIO DOVE VENGONO LE VOCI

Dante sentiva delle voci ma non vedeva nessuno e pensava che provenissero da gente che si erano nascosti tra i cespugli. Il maestro disse che se rompe qualche ramo di queste piante i pensieri che fa si troncano.

Continua »

vedi tutti gli appunti di divina-commedia »
Carica un appunto Home Appunti