Odissea: trama

Appunto inviato da mbertoluzza Voto 6

riassunto della trama dell'Odissea e commento su: Odisseo, La Telemachia, I libri del ricordo, Libri del ritorno a Itaca e della vendetta, il linguaggio epico (15 pagine formato pdf)

ODISSEA TRAMA

L'Odissea racconta il lungo e periglioso viaggio di ritorno di Odisseo, uno dei principali eroi della guerra di Troia, colui che aveva ideato l'ingannevole espediente del cavallo di legno con il quale i Greci erano riusciti ad espugnare la sfortunata città. Egli vaga per mari sconosciuti e spesso ostili per ben dieci anni, prima di poter approdare alle rive di Itaca, la patria sospirata. Gli strabilianti racconti dei marinai L’Odissea appartiene al ciclo troiano dei nóstoi, i "ritorni" in patria degli eroi, dopo il lungo assedio di Troia. Oltre all'avventuroso viaggio di Odisseo, vi sono infatti narrati i ritorni di Nestore, Menelao, Agamennone, Aiace. A questo primo filone si intreccia, fondendosi mirabilmente, il tema dell’avventura, sorto e diffuso nel Mediterraneo orientale ancor prima del 2000 a.C. È costituito dai racconti dei naviganti, narrazioni principalmente incentrate sul meraviglioso, l'orrido e il mostruoso, il caso straordinario, la magia, la follia.

Tema sull'Odissea


ODISSEA TRAMA E PERSONAGGI: ODISSEO

Odisseo è il centro unitario del poema, nonostante la grande varietà degli argomenti trattati. E ciò in netta contrapposizione con l’Iliade, incentrata su un solo argomento, la guerra, ma teatro dell'azione di numerosi personaggi. Una nuova figura di uomo Odisseo risulta sicuramente figura più sfaccettata, "multiforme". L’astuzia proverbiale con cui superficialmente lo si cita, non deve essere considerata una semplicistica e negativa furbizia, ma una sorta di acutezza mentale, che gli consente di affrontare situazioni sempre diverse, spesso insidiose, a volte più pericolose della stessa guerra. La sua principale caratteristica è quella di sapersi via via adeguare alle nuove situazioni che incontra nel suo lungo viaggio. La metis. Il tratto distintivo di Odisseo, quello che maggiormente lo caratterizza, che lo connota in modo irripetibile è la metis, una forma particolare di intelligenza in cui mirabilmente si combinano perspicacia, intuizione, capacità di analisi, lungimiranza, esperienza, perizia tecnologica. La metis è una forma di intelligenza lampeggiante e capacità di usare la parola giusta al momento giusto, la bravura di saper dosare registro e toni adatti alla situazione e all'interlocutore.

Trama dell'Odissea


ODISSEA TRAMA BREVE

La sete di conoscenza. Egli rappresenta il desiderio di superare le primitive credenze irrazionali, di ampliare le proprie esperienze circa il mondo che lo circonda e gli uomini che lo abitano. In una più ampia visione il poema rappresenta la forte spinta verso la conoscenza non di un solo individuo, ma dell'intera sua epoca, che poneva in discussione la rigida struttura aristocratica vigente nell'Iliade. Il "trattenimento". Odisseo è oggetto apparentemente passivo della catena del cosiddetto "trattenimento", ossia di quegli impedimenti ed ostacoli, frapposti sulla sua rotta, che ne intralciano e ne ritardano il ritorno. Di fatto riesce sempre a neutralizzare gli elementi di contrasto, autocontrollandosi, rinunciando anche a soluzioni più gratificanti - quali l'immortalità offerta da Calipso o il piacere simboleggiato da Circe -, pur di realizzare il suo progetto di ritorno in patria. In una più ampia visione, Odisseo si configura come uomo che sa elaborare un piano e realizzarlo con determinazione, benché a lungo termine.

Trama dell'Iliade, Odissea e dell'Eneide


ODISSEA TRAMA RIASSUNTO

Il titolo, la struttura e la trama. Il titolo Odissea deriva dal nome del protagonista, Odisseo, parola d'origine incerta e oscura: alcuni studiosi pensano che derivi dal greco "odùssomai" (odiare), poiché l’eroe è odiato dalle divinità che ostacolano il suo ritorno e -a sua volta - odia i Proci. L’Odissea viene solitamente divisa in tre parti: i libri di Telemaco o Telemachia, i libri del ricordo, i libri del ritorno ad Itaca. La prima parte, che annovera i primi quattro libri, racconta la vita di Telemaco e Penelope, figlio e moglie di Odisseo, ad Itaca, occupata da principi usurpatori, i Proci, nell'assenza dell'eroe. La seconda parte, dal V al XII libro, comprende la narrazione delle decennali peripezie. La terza parte, dal XIII al XXIV libro, narra il rientro ad Itaca dell'eroe e la vendetta sui Proci che volevano occupare il suo trono e sposare sua moglie Penelope.