Filosofia - Aristotele - Riassunto di Filosofia gratis Studenti.it

Filosofia - Aristotele: Diversi argomenti trattati dal filosofo: Metafisica o Filosofia Prima; Fisica; Psicologia; Etica; Gnoseologia. (3 pagine formato doc)

VOTO: 6 Appunto inviato da 0anniethebest0

Metafisica o Filosofia Prima Filosofia - Aristotele Metafisica o Filosofia Prima Disciplina generale che studia: Cause e principi primi Essere in quanto essere La sostanza Dio e la sostanza immobile L'essere non ha una forma unica ma una molteplicità di significati e aspetti, i più importanti modi dell'essere sono: E. come Accidente Qualità che una cosa può avere o meno senza smettere di essere quella determinata sostanza E. come Categorie Caratteristiche fondamentali e strutturali dell'essere: Qualità Quantità Relazione Agire Subire Dove Quando Avere Giacere Sostanza La più importante, presuppone tutte le altre, punto di riferimento delle altre categorie L'essere quindi si può identificare con la sostanza stessa. La sostanza è l'individuo che funge da soggetto, il ??δ? ?? cioè “il questo qui”. Ogni sostanza è sinolo, unione di: FORMA La natura propria di una cosa, la sua struttura caratterizzante MATERIA Quid o materiale di cui è composta la cosa La Forma è attiva e struttura la Materia che invece è passiva. Scienza e conoscenza nascono dalla meraviglia di fronte all'essere e consistono nel chiedersi “perché?”, per Aristotele le cause sono quattro: Materiale - La causa è la materia Formale - La causa è la forma Efficiente - Principio del movimento Finale - Scopo verso cui una cosa tende Queste quattro cause sono la specificazione della sostanza, che è la causa dell'essere. Per Aristotele il divenire è il passaggio da un tipo di essere ad un altro tipo. Così formula il concetto di potenza e atto. POTENZA Capacità della materia di assumere una certa forma ATTO Potenza compiuta, realizzazione di questa capacità La conoscenza della potenza presuppone una conoscenza implicita dell'atto La spinta iniziale la deve aver data una cosa già in atto Primato dell'atto sulla potenza In questo modo però viene fuori un circolo senza inizio né fine, così Aristotele pone due estremi: all'inizio la Potenza Pura Concetto limite, non si può riscontrare nella realtà, è solo teorico alla fine l'Atto Puro Massima perfezione, è divino (metafisica ? teologia) Tutto ciò che è in movimento deve essere mosso da qualcos'altro che è in movimento, e così via... Ma il principio primo o causa del movimento si identifica col dio. Il dio è Atto puro (atto senza potenza, immobile e non soggetto al divenire) Pura forma Realtà eterna (causa di movimenti dell'universo) Realtà perfetta e compiuta (attrae la materia priva di forma) Pensiero del pensiero (se pensa, pensa per forza la perfezione e quindi se stesso) Fisica L'oggetto della fisica è l'essere in movimento. Tipi di movimento: Sostanziale( generazione e corruzione) Qualitativo (mutamento e alterazione) Quantitativo (aumento e diminuzione) Locale (cambiamento di luogo - movimento fondamentale) Il movimento locale può essere di tre specie: Circolare (intorno al centro del mondo) Dal centro verso l'altro Dall'alto verso il centro Questi ultimi due sono propri dei quattro elementi che compongono la te Continua »

vedi tutti gli appunti di filosofia »
Carica un appunto Home Appunti