Feuerbach: riassunto del pensiero

Appunto inviato da Voto 5

riassunto delle opere e il pensiero di Feuerbach, esponente più importante della sinistra hegeliana e il fondatore dell'ateismo ottocentesco (3 pagine formato doc)

FEUERBACH: RIASSUNTO DEL PENSIERO

Feuerbach è l'esponente più importante della sinistra hegeliana e il fondatore dell'ateismo ottocentesco.
CRITICA ALL'IDEALISMO
Feuerbach critica la concezione idealistico-religiosa poiché offre una visione rovesciata delle cose. Per l'idealismo prima viene l'astratto e dopo il concreto; per lui invece è il concreto a venire prima dell'astratto: vi deve dunque essere un rovesciamento del rapporto tra soggetto e predicato posto dall'idealismo e dalla religione.
CRITICA ALLA RELIGIONE
In questi termini, non è Dio a creare l'uomo, ma è l'uomo a creare Dio. Secondo Feuerbach Dio non è altro che una proiezione o un'oggettivazione illusoria delle qualità umane, quali la ragione, la volontà e il cuore.
Dunque l'antropologia è la chiave che permette di spiegare tutti i misteri della teologia.

Hegel e Feuerbach a confronto


FEUERBACH DIO

Come nasce nell'uomo l'idea di Dio?
distinzione tra individuo e specie: Individualmente l'uomo si sente debole, ma come specie si sente infinito ed onnipotente. Le qualità della specie vengono dunque personificate nella figura di Dio.
opposizione fra volere e potere: Tale opposizione porta l'individuo ad immaginare una figura divina nella quale si realizzano tutti i suoi desideri.
dipendenza dell'uomo di fronte alla natura: L'uomo è portato ad adorare quelle cose di cui non può fare a meno.
L'alienazione. E' il processo attraverso il quale avviene l'oggettivazione religiosa, in cui l'uomo proietta il proprio essere fuori di sé, e, considerandolo come oggetto, si sottomette a questa Potenza superiore (Dio). In questo modo l'uomo tanto in Dio quanto egli toglie a sé stesso.
L'ateismo. E' giunto dunque il momento che l'uomo si riappropri dei predicati positivi che ha proiettato in Dio. L'ateismo rappresenta dunque, non solo un atto di onestà filosofica, ma anche un dovere morale.

Riassunto su Feuerbach


FEUERBACH PENSIERO

Il compito della filosofia. La vera filosofia non deve più cercare di porre il finito nell'infinito, ma porre l'infinito nel finito, cioè risolvere Dio nell'uomo.
CRITICA AD HEGEL
Feuerbach definisce l'hegelismo come un'espressione in termini razionali della teologia, ovvero una vera e propria traduzione in termini speculativi della dottrina teologica.
Lo Spirito di Hegel non è altro che il frutto di un'astrazione alienante dell'uomo. Hegel aveva concepito un Dio immanente, ma in realtà non si distacca molto dal Dio trascendente della religione cristiana.
LA NUOVA FILOSOFIA
Ad una critica di Hegel segue una nuova filosofia, o "filosofia dell'avvenire", incentrata sull'uomo. Essa ha la forma di un
UMANESIMO NATURALISTICO
perché l'uomo è l'oggetto e lo scopo della filosofia perché la natura è la realtà primaria da cui dipende tutto, compreso l'uomo.