Pensiero di Nietzsche, riassunto

Appunto inviato da veroomontermini95 Voto 5

Pensiero di Nietzsche: riassunto su Apollineo e Dionisiaco, morte di dio, volontà di potenza, eterno ritorno, ateismo, nichilismo e l'analisi sulla genealogia della morale (2 pagine formato doc)

PENSIERO DI NIETZSCHE, RIASSUNTO

Il suo pensiero è caratterizzato dalla messa in discussione della civiltà e della filosofia occidentale, ovvero in una distruzione delle certezze del passato che sorgerà in una nuova epoca, quella del super-uomo, con dei nuovi valori.
Nietzsche ribalta l’immagine di perfezione del mondo greco e lo divide in:
-APOLLINEO: è la tensione alla forma perfetta e si esprime nell’arte e nella poetica;
-DIONISIACO: è la forza vitale, irrazionale che si esprime nella musica.
Essi sono la dualità già presente in natura, che esprime gli impulsi di base dello spirito dell’arte greca.
1° convivevano separati
2° si armonizzano tra loro
3° prevale l’apollineo.

Pensiero di Nietzsche su: filosofia e malattia - nazificazione e denazificazione


NIETZSCHE FILOSOFIA: RIASSUNTO

Storicismo e l’eccesso di memoria sono criticati da Nietzsche, perché inchiodano l’uomo al passato e ne paralizzano le iniziative, diventando una malattia.
DIO = è la più antica di tutte le bugie vitali (=gli uomini per poter sopportare il caos l’irrazionalità del mondo hanno costruito una serie di certezze religiose, metafisiche e morali che si rivelano solo delle necessità di sopravvivenza).
MORTE DI DIO -> è il venir a meno di tutte le certezze assolute che hanno sorretto gli uomini per millenni.
Questa vicenda viene raccontata attraverso un filosofo-profeta che scopre questo evento ma non viene creduto dall’umanità. L’accettazione -> presupposto per l’uomo di diventare SUPER-UOMO.
Concetto filosofico di cui il filosofo si serve per esprimere l’ideale di un nuovo essere in cui prendono forma i temi principali del suo pensiero. È in grado di reggere la morte di Dio e la perdita della certezza assolute.

Pensiero di Nietzsche: riassunto di filosofia


NIETZSCHE SUPERUOMO

Volontà di potenza: si identifica con la vita stessa ed è incarnata nel super-uomo, perché supera
Supera l’uomo del passato e la sua essenza è in continuo auto superamento di se’.
(testo2: la morte di Dio coincide con il tramonto definitivo del Platonismo. Il crepuscolo degli dei presenta la fine del mondo vero.
Tappe della disillusione:
1. Il mondo vero è accessibile solo ai saggi e ai filosofi – platonismo;
2. con il cristianesimo il mondo vero viene promesso anche ai virtuosi;
3. il mondo vero viene ritenuto indimostrabile e un obbligo morale – Kant;
4. canto del gallo;
5. il mondo vero si rivela un’idea inutile e superflua;
6. con l’eliminazione del mondo vero si ha anche quella del mondo apparente e l’uomo diventa responsabile).