Riassunto sull'Esistenzialismo

Appunto inviato da davidebonomi Voto 7

l'Esistenzialismo è un movimento culturale-filosofico sviluppatosi tra le due guerre mondiali. Riassunto di filosofia sull'Esistenzialismo (6 pagine formato pdf)

RIASSUNTO SULL'ESISTENZIALISMO

Esistenzialismo: movimento culturale - filosofico, che si sviluppa in Europa tra le due guerre mondiali e si afferma soprattutto dopo la Seconda guerra mondiale. Pone al centro l’esistenza umana ed esprime la situazione di crisi morale e fisica di molti paesi europei dilaniati dalle guerre. Deriva i suoi temi dalla diffusa delusione per l’arresto di un progresso che sembrava in continua progressione, dal disorientamento subentrato alla caduta dei valori imperanti fino a quel momento (scienza, progresso, religione), dal senso di scacco di fronte all’esistenza. Le voci più autorevoli sono rappresentate da: M. Heidegger (Germania), K. Jaspers (Germania),
Jean-Paul Sartre (Francia) M. HEIDEGGER (1889- 1976).
Nasce a Messkirch in Germania. Insegna filosofia all’università di Friburgo. È il maggior rappresentante dell’Esistenzialismo.

Esistenzialismo: riassunto


RIASSUNTO ESISTENZIALISMO, FILOSOFIA

Opera principale: “Essere e tempo” (1927). ESSERE E TEMPO
“Essere e tempo” é stata considerata un’opera fondamentale dell’Esistenzialismo, in particolare, perché in essa l’autore considera l’uomo come un essere essenzialmente storico e mondano.
La trattazione filosofica di Heidegger si può dividere in due parti. La prima fase, riconducibile a “Essere e tempo” riguarda sopratutto l’interrogativo circa l’uomo e la sua esistenza; la seconda si concentra sulla domanda “che cos’è l’essere?”
“DA SEIN” (ESSERCI) - Il nucleo fondamentale dell’esistenzialismo di Heidegger è rinvenibile nella concezione secondo la quale l’uomo è esistenza, in tedesco “da sein = esserci, essere qui”. La caratteristica centrale del “Da sein” o uomo, la sua modalità d’essere, infatti, é l’esistenza. L’esistenza umana differisce dal mero esistere delle cose e degli animali poiché l’uomo non è mai una cosa tra le altre cose. L’esistenza umana non é assimilabile all’interpretazione del mondo che ne fa la scienza, la quale giudica tutto in termini di manipolazione tecnica.

Esistenzialismo: riassunto di filosofia


ESISTENZIALISMO: RIASSUNTO BREVE

Il nocciolo del problema consiste proprio nella radicale differenza tra la vita organizzata dalla tecno-scienza (una vita meccanica ed oggetto di calcolo ) e l’esistenza umana che è possibilità, libertà, apertura al futuro, attesa, speranza, paura, angoscia. L’uomo infatti è, sì gettato nel mondo, cioè in una determinata situazione, ma al tempo stesso si riprogetta sempre, volendo raggiungere situazioni diverse e nuove.
L’ANALISI DELL’ESISTENZA - L’uomo è l’unico ente che si pone il problema dell’esistenza, interrogandosi sulla vita e sulla morte, sull’essere e il nulla, proprio perché per l’uomo l’esistenza non è un fatto scontato, ma costituisce un problema. L’esistenza dell’uomo infatti non é predeterminata, ma é possibilità, libertà, scelta; é caratterizzata quindi dalla possibilità. L’uomo é costitutivamente “poter essere”.

L'Esistenzialismo in filosofia: riassunto