La Vita E Le Opere Del Manzoni - Riassunto di Italiano gratis Studenti.it

La vita e le opere del manzoni: Descrizione della vita del manzoni e delle opere scritte (5 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da gnumiu

ALESSANDRO MANZONI ALESSANDRO MANZONI La vita del Manzoni non si può considerare proprio romantica come quella del Foscolo perchè non ebbe grandi avvenimenti esterni. Nasce a Milano nel 1785 e nel 1810 si ha la cosiddetta conversione del Manzoni al cattolicesimo, anche se non fu un vero e proprio cambiamento della sua fede, perchè già lui credeva nei valori morali della fratellanza, dell'uguaglianza spirituale. Dopo il 1810 cominciò a cercare la "verità nella storia". Sposò Enrichetta Blondel che ebbe molta importanza per la sua fede religiosa, perchè Enrichetta essendo calvinista voleva avvicinarsi alla religione cattolica del marito, infatti voleva conoscere meglio il cattolicesimo. Ebbe continue discussioni con l'abate Degola a cui assisteva anche il Manzoni che così trovava in Dio lo scopo della vita. L'ideologia principale del Manzoni è Il Cristianesimo. Nella sua vita fu molto importante la presenza di Carlo Imbonati, con cui viveva la madre dopo essersi separata dal marito, perchè seguendo la madre a Parigi conobbe l'ambiente francese. Manzoni ebbe grandi lutti familiari perchè gli morì sia la prima moglie che la seconda ed anche sei figli degli otto avuti. Religiosità e ideologie In tutte le opere del Manzoni è presente una profonda religiosità, perchè vede dovunque la presenza della Provvidenza divina e considera la vita come una missione perchè ognuno di noi dovrebbe pensare a fare del bene. Ancora, la sua religiosità si dimostra con l'amore verso gli umili, i deboli e gli infelici. Il Manzoni, ed in questo è romantico, vede la vita come dolore, però mentre il Foscolo crede nelle illusioni il Manzoni crede in DIO, e quindi, il Manzoni, vede nel dolore la necessità che serve all'uomo per diventare migliore. (Il cristianesimo del Manzoni è stato detto "Cristianesimo democratico", perchè grazie al fatto che ognuno di noi è figlio di Dio, tutti siamo uguali nello spirito.[provvida sventura , dolore - provvidenziale - necessario) Il Manzoni si può considerare romantico sia perchè lui stesso scrive a favore del romanticismo e sia per la sua religiosità. Però abbiamo anche altri aspetti come quello classico e illuminista che si vedono nella chiarezza della lingua ed anche nelle idee sulla rivoluzione francese che lo rieducarono allo spirito di fratellanza e all'amore verso gli umili. Oltre alla religiosità, abbiamo in lui una grande moralità, cioè l'amore verso una letteratura che, utile, serve ad educare. Gli scritti che ci fanno vedere la sua poetica romantica sono: La lettera a Chauvet sulle unità della tragedia in cui il Manzoni condanna le tre unità e ama il vero, la verità storica, la storia, che è tutto ciò che succede, mentre la poesia ci aiuta a capire i motivi, i sentimenti più profondi dell'uomo. (Per Manzoni un'opera letteraria deve avere come scopo l'utile; come mezzo l'interessante e come contenuto il vero). Lettera sul Romanticismo In cui si dice che il romanticismo non vuole la mitologia ma vuole, invece, la verità. Però Manzo Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti