Controllo utente in corso...

La Tregua - Primo Levi: Riassunto del film "La tregua" di Primo Levi (1 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da alessiomonari

La tregua
è un film italiano del 1997, diretto da Francesco Rosi,
tratto dal romanzo omonimo del 1963 (vincitore del premio Campiello) di Primo Levi

Trama:
All’inizio del 1945, quando è annunciata la fine della Seconda guerra mondiale e quando la Germania nazista si deve difendere dall’arrivo dei russi da una parte e dagli alleati dall’altro, i soldati tedeschi devono abbandonare i campi di concentramento situati nell’Europa dell’est per salvarsi. Cercano di cancellare le tracce degli orrori successi nei lager e distruggono tutti i registri ufficiali; i deportati ancora in vita, perlopiù persone ammalate, vengono chiusi nei campi e lasciati a morire.


Anche i deportati nel lager di Auschwitz subiscono la stessa sorte e dopo essere stati liberati dai russi cercano in qualsiasi maniera di tornare a casa.
Tra di loro ci sono dei francesi, dei polacchi e anche degli italiani. Uno di loro è Primo Levi (interpretato da John Turturro), deportato perchè è ebreo, che racconta in prima persona il viaggio che ha dovuto fare con altri deportati per tornare in Italia, a Torino, dove fino a prima della guerra aveva vissuto.
Il loro viaggio in Europa è pieno di ostacoli e di imprevisti e spesso devono muoversi per chilometri a piedi o su mezzi di fortuna.


Il gruppo con Primo è formato da Cesare (Massimo Ghini), un romano molto socievole, Daniele (Stefano Dionisi), veneto e ormai senza più una famiglia, sterminata dai nazisti. Poi Ferrari (Claudio Bisio), un ladro di professione, Unverdorben (Roberto Citran), violinista, D’Agata (Andy Luotto) siciliano.


Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.150007009506 secondi