Pirandello: vita e opere in breve

Appunto inviato da fabiofa94 Voto 5

riassunto breve della vita e opere di Pirandello e spiegazione del romanzo "Il fu Mattia Pascal" (2 pagine formato doc)

PIRANDELLO VITA E OPERE IN BREVE - Luigi Pirandello nasce ad Agrigento nel Giugno del 1867. Il padre, di tradizione risorgimentale, lo avvia verso gli studi tecnici, ma Pirandello decide di iscriversi alla Facoltà di Lettere prima a Palermo e poi a Roma nel 1887.
Il suo percorso di studi viene completato a Bonn dove Pirandello discute ed espone una tesi di laurea sul dialetto agrigentino.
Il ritorno a Roma lo porta a conoscere Luigi Capuana e dunque Pirandello incomincia ad avviarsi verso una vita borghese. Nel 1893 sposa Maria Antonietta Portulano e nel 1897 diventa insegnante di lettere. Tra il 1901 e il 1902 comincia a comporre alcune raccolte in versi ispirate ai poeti dell’Ottocento Romantico,di seguito compone anche delle novelle ed inizia a lavorare per alcuni giornali e riviste locali.

Leggi anche Pirandello, riassunto della vita e opere

PIRANDELLO VITA E OPERE RIASSUNTO - L’evento cruciale dell’esistenza dello scrittore cade nel 1903. In quell’anno una frana allaga la zolfara della sua famiglia nei pressi di Aragona ed incide assai pesantemente sulle finanze dello scrittore e della sua amata Maria Antonietta, che non si riprenderà mai piu dallo shock e che cadrà in una grave forma di malattia mentale. Proprio in questo periodo dopo la terribile notizia della malattia della moglie, Pirandello comincia a comporre uno dei suoi primi e più grandi capolavori della sua storia ovvero “Il Fu Mattia Pascal”.
Da qui incomincia a scrivere numerose novelle e così riesce a provvedere anche alle precarie condizioni della famiglia.
Da queste opere riesce a trarre non poche opere teatrali intrecciandosi anche a partire dal 1909 con la scrittura romanzesca. Nel 1909 viene pubblicata la prima versione del romanzo “I vecchi e i giovani”( completato poi nel 1913).

Leggi anche Vita, opere e poetica di Pirandello: appunti

LUIGI PIRANDELLO VITA OPERE E PENSIERO RIASSUNTO - Con la stesura di queste opere Pirandello inizia a far capire la visione del suo mondo la visione del mondo Pirandelliana. Per Pirandello gli anni della guerra mondiale sono gli anni che aprono la grande carriera teatrale.
Già nel 1910 Pirandello comincia a comporre per il suo teatro dei testi in siciliano.
I suoi spettacoli ovviamente ottengono un gran clamore e apprezzamento da parte del pubblico e della gente di quell’epoca ed è proprio che col passare degli anni che Pirandello arriva a comporre un’altra sua grande ed importantissima opera “Sei personaggi in cerca d’autore” scritta nel 1921.

Leggi anche Pirandello: vita e opere

LUIGI PIRANDELLO VITA E OPERE RIASSUNTO - Da qui comincia a tirar fuori la sua fase metateatrale siciliana che aveva intenzione di attore e che stava ottenendo un grande successo. Egli voleva appunto trasmettere anche la sua analisi pirandelliana sulla multiforme personalità dell’essere umano. Continua a comporre numerose opere ma nel 1926 scrive uno dei suoi più celebri capolavori ovvero “Uno Nessuno e Centomila”(in lavorazione dal 1912). Sempre in quegli anni Pirandello aderisce al Partito Fascista.
Nel 1928 entra nella fase dei “miti” modificando il suo teatro pirandelliano. Sviluppa una riflessione sull’uomo moderno ricorrendo agli strumenti del fantastico componendo alcune opere sull’argomento.
Nel 1929 entra nell’Accademia d’Italia e nel 1934 ottiene il Premio Nobel per la letteratura anche se ormai progressivamente isolato nel mondo culturale del tempo.
Appassionatosi di cinema Pirandello comincia a collaborare per la riduzione filmica delle sue opere principali, ma successivamente si ammala di polmonite sul set e muore il 10 dicembre del 1936 a Roma.

Leggi anche Riassunto della vita e opere di Pirandello

VITA E OPERE PIRANDELLO RIASSUNTO: IL FU MATTIA PASCAL - Il Fu Mattia Pascal pubblicato nel 1904 dopo la forte crisi familiare di Pirandello, è il romanzo dell’assoluta casualità delle vicende umane. Mattia Pascal è oppresso da una suocera insopportabile e fugge da casa. Dopo aver vinto una grossa somma di denaro vuole tornare in famiglia ma, sul giornale, legge la notizia della sua morte. Approfittando della situazione, si rifà una vita, a Roma con il nome di Adriano Meis.