Controllo utente in corso...

Promessi Sposi Cap.X: Riassunto e commento del capitolo X dei promessi sposi (2 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da lorenzo110789

Cremona, lì 22/05/06 RIASSUNTO E COMMENTO AL CAP. X PROMESSI SPOSI Nel X capitolo, Manzoni inizia facendo una similitudine. Infatti, riferendosi alla purezza dell'adolescenza che è disarmata di fronte alla violenza “dell'astuzia che sta per violarla”, dice che è come un fiore appena sbocciato che è pronto a concedere le sue fragranze all'aria. Questi momenti che dovrebbero essere ammirati e rispettati, vengono invece utilizzati per approfittarsene e costringere a fare cose che non si è convinti di fare. Il principe (padre di Gertrude) capisce leggendo la lettera che doveva “battere il ferro, mentre era caldo”, cioè pensava che era il momento giusto per approfittarsene. Quando Gertrude si presenta davanti al padre si inginocchia e chiede perdono, lui le risponde che il perdono bisogna meritarselo. Suo padre raggiunge il massimo della crudeltà, quando le dice che per quello che ha commesso “non sarebbe degna di essere data in sposa a nessuno”. L'ipotesi che lei si potesse sposare non è mai stata considerata dal principe, però si serve del “peccato” di Gertrude per insinuare nella figlia la convinzione che solo per colpa sua lei ha perso questa possibilità. Suo padre le dice la vita del “secolo”, cioè la vita fuori dal monastero è piena di pericoli per lei. Gertrude risponde solo “ah sì”. Questa parola viene subito stravolta dal padre e non riesce a pronunciare altre parole,talmente è sbalordita. Il principe fa chiamare la principessa ed il principino per comunicare la “decisione” di Gertrude. Il principe deve concordare il giorno per andare a Monza a far richiesta alla badessa. Permette a Gertrude di scegliere lei il giorno, sembra che le conceda chissà quale privilegio per rinviare solo di un giorno la sua partenza. Da questo momento l'atteggiamento ostile che tutti avevano nei confronti di Gertrude cambia anche da parte delle servitù (tutti si inchinano, si congratulano). Gertrude viene chiamata “la sposina” (termine usato per le giovani monacande). Questo termina suscita in lei un dolore ancora più forte, perché lei ha sognato ben altre nozze. Un altro momento di amarezza nell'animo di Gertrude, si nota, quando un suo zio, mentre vanno a fare una passeggiata in carrozza fa una battuta dicendo che lei è fortunata ad aver “scelto”il monastero, perché in questo modo non deve affaticarsi con riti mondani, mentre sono proprio quelli che Gertrude sogna. Prima di essere condotta la monastero, il principe le dice come si deve rivolgere alla badessa,cioè si deve dimostrare convinta, non dubbiosa, non lasciar trapelare il suo errore (lettera al paggio). Viene poi descritto il viaggio di Gertrude verso il monastero. Giunta al monastero, al momento di pronunciare la frase impostale dal padre, ha un attimo di ripensamento, ma vedendo il viso di suo padre anche le sue ultime resistenze crollano. Anche nel colloquio tra il principe e la badessa si nota Continua »

vedi tutti gli appunti di italiano »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.244316101074 secondi