Rivoluzione scientifica e Galileo Galilei: riassunto

Appunto inviato da paoloma0397 Voto 6

Tasso, la Rivoluzione scientifica e Galileo Galilei. Riassunto breve sulla Rivoluzione scientifica e Galileo Galilei (3 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE SCIENTIFICA E GALILEO GALILEI: RIASSUNTO

Appunti di italiano: Tasso, La Rivoluzione scientifica, Galileo Galilei.
L’opera di Tasso. L’autore segna il superamento della mentalità rinascimentale e nella sua opera si esprime la crisi del Rinascimento.
Le signorie più importanti erano ad esempio: Urbino, Ferrara (molte volte subisce il controllo dell’inquisizione per la sua vasta biblioteca), Firenze, ecc. e hanno un momento di crisi e cadono.
L’arte e la letteratura non hanno più la funzione di intrattenere un pubblico ma dovevano educare alla fede, a causa della Controriforma (ad es. La Gerusalemme liberata di Torquato Tasso).

Galileo Galilei e il metodo scientifico: riassunto


METODO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI RIASSUNTO

Le caratteristiche principali dell’età controriformista sono la riscoperta di Aristotele (è il filosofo più importante dell’epoca classica insieme a Platone Umanesimo; detta norme precise per la creazione artistica) e dei principi espressi nella sua poetica.
Aristotele afferma che l’obiettivo della Poetica è l’insegnamento della verità e avere come finalità l’educazione del pubblico. Si ribalta quindi la posizione di Bembo e Ariosto dove non si doveva imitare la realtà e si doveva arrivare a una perfezione ideale.
La Poetica viene tradotta da Lorenzo Valla nel 1498, poi stampata nel 1536 e 1548 con dei commenti e viene diffusa.
I generi letterari non sono più la poesia lirica (poesia dell’interiorità), il romanzo e la novella.
Ora i generi sono il poema epico e la tragedia (quelli che Aristotele definiva i generi “più alti”).

Rivoluzione scientifica e Galileo Galilei, riassunto breve


RIVOLUZIONE SCIENTIFICA DI GALILEO GALILEI

La tragedia greca (V secolo a.C. nelle polis Ateniesi) era così composta:
-    3 atti;
-    alla fine c’era l’azione del coro che ritornava e commentava l’azione scenica.
Gli altri principi educati nella Poetica di Aristotele sono: la tragedia e la commedia sono i generi più nobili, la poesia lirica ha una posizione secondaria, maggiore risalto alla satira in versi, il trattato filosofico (di epoca medievale) rimane nella composizione di quest’ epoca e la storiografia è apprezzata.
Nel periodo della Controriforma, nasce una mentalità manieristica (Tasso lo manifesta anche nelle sue opere). La scrittura è elegante, semplice e sobria.
Manierista: qualcuno che utilizza molti modi diversi per esprimere un concetto; ad esempio con un linguaggio ridondante, stile alto, stile più vicino al popolo.

Rivoluzione scientifica, riassunto breve


GALILEO GALILEI RIASSUNTO BREVE

Lo scrittore manierista ha come obiettivo quello di sorprendere, di cogliere aspetti della realtà che erano o sono sfuggiti e la caratteristica principale deve essere la curiosità. È in questo senso che Tasso viene definito un poeta manierista, esprime benissimo il passaggio dal tardo Rinascimento alla Controriforma (1° crociata). Tasso si può anche definire un poeta classicista per la formazione, per l’idea di produrre un’opera letteraria non dispersiva (supera Ariosto L’Orlando furioso era troppo dispersivo), dall’altro secondo Tasso l’opera doveva essere unitaria come spazio-temporale.
La grandezza del poeta è quella di conciliare e aprirsi al meraviglioso (es. magia, diavoli, ecc.) e a un mondo magico che si riferisce alla tradizione cristiana (e non pagana). Il repertorio, la materia doveva comunicare il “vero” (per la tradizione della Controriforma) e per Tasso questa era una limitazione (per lui doveva essere il veri-simile).