Letteratura Latina

Appunto inviato da olghins9 Voto 8

Riassunto schematico di letteratura latina (V Liceo Classico): Seneca, Lucano, Fedro, Persio, Giovenale, Petronio, Velleio Patercolo, Valerio Massimo, Curzio Rufo, Plinio il Vecchio, Valerio Flacco, Silio Italico, Stazio, Giovenale, Marziale, Quintiliano, Tacito, Plinio il Giovane, Svetonio, Apuleio, Ammiano Marcellino, Ausonio, Rutilio Namaziano, Tertulliano (13 pagine formato pdf)

Più grande letterato latino di stampo filosofico stoico e scopritore dell’interiorità umana. Si difendeva dicendo di guardare non al suo comportamento ma al suo insegnamento (intento morale pregnante nelle sue opere).
Opere (prosa e poesia):
Filosofiche
Consolatio ad Marciamconsola Marzia, figlia di Cremuzio Cordo, che aveva appena perso un figlio
De ira  come tenere a freno le passioni, in particolare l’ira
Consolatio ad Helviam matrem consola la madre Elvia, afflitta dall’esilio dell’autore
Consolatio ad Polybium  consola Polibio, potente liberto di Claudio, a cui era morto un fratello
De brevitate vitae la vita non è breve, siamo noi che sprechiamo tempo dedicandoci a cose inutili (cotidie morimur)

ORIGINE DELLA LETTERATURA LATINA

De tranquillitate animi  la serenità dell’animo è lo strumento migliore per staccarsi dalle sofferenze della vita
De costantia sapientis imperturbabilità del saggio di fronte a sciagure e ingiustizie
De vita beata  felicità = conformarsi alla virtù
De otioil sapiente può giovare alla vita degli altri sia dedicandosi alla vita attiva sia all’otium
De Clementia la clemenza è la virtù primaria del buon monarca (Nerone)
De beneficiis  dimenticarsi sempre di ciò che si ha elargito e non dimenticarsi mai di ciò che si ha ricevuto

PERIODO ARCAICO DELLA LETTERATURA LATINA