Giovanni Verga e Verismo: riassunto

Appunto inviato da fmsscr Voto 6

La biografia di Giovanni Verga, descrizione del Verismo e Positivismo e "Rosso Malpelo": riassunto (3 pagine formato doc)

GIOVANNI VERGA E VERISMO: RIASSUNTO

Il Verismo e' un movimento letterario che si diffonde in Italia negli ultimi decenni dell'Ottocento e nei primi anni del novecento. Il termine Verismo deriva dalla parola “vero”:secondo i veristi lo scrittore ha il compito di riprodurre la realta' in modo oggettivo e di far emergere la verita' senza esprimere giudizi ne' partecipare emotivamente. Il verismo si colloca in una epoca storica in cui trionfa la borghesia industriale : in questi anni si fanno grandi scoperte scientifiche, si inventano nuove macchine, come quella a vapore, c'e' un continuo progresso della tecnica. E' anche l'epoca in cui si sviluppa la “questione sociale”: le masse dei lavoratori prendono coscienza dei loro diritti e delle disuguaglianze sociali e crecano di lottare contro il capitalismo. Il Verismo ha le sue radici nel Positivismo e nel Naturalismo.

Riassunto su Verismo e Verga


VERISMO: RIASSUNTO

Il Positivismo, il cui nome deriva dall'aggettivo “positivo”, e' un movimento filosofico: i positivisti affermano che la ricerca della verita' deve essere fatta con il metodo scientifico sperimentale e rifiutano tutte le idee astratte come ad esempio la religione. Il Naturalismo e' una corrente letteraria francese, i cui maggiori autori furono Emile Zola e Guy de Maupassant: essa ritiene che il romanzo deve essere un documento oggettivo della realta'. Percio il romanziere deve rappresentare tutti gli aspetti della realta', anche i piu' penosi e sgradevoli, nella maniera piu' fedele possibile. I caratteri del Verismo sono: Il regionalismo: gli scrittori veristi analizzano le realta' sociali tipiche di una regione.

Giovanni Verga e il Verismo italiano: riassunto


VERISMO VERGA: RIASSUNTO

Il pessimismo, poiche' esprimono una concezione pessimista della vita del destino del popolo; L'impersonalita' perche' rappresentano la realta' in modo oggettivo, senza commentarla o interpretarla; Il linguaggio: gli scrittori veristi adottano la lingua nazionale della gente semplice, senza pero' far ricorso al dialetto. Il Verismo si sviluppa a Milano, dove si ritrovano intellettuali di regioni diverse. Cosi' la Sicilia e' descritta nelle opere di Giovanni Verga, la Campania nelle opere di Matilde Serao, la Sardegna nelle opere di Grazia Deledda.

Tesina sul Verismo e Giovanni Verga


VERGA BIOGRAFIA BREVE: RIASSUNTO

Giovanni Verga, la vita: Giovanni Verga nacque a Catania nel 1840 da una famiglia di piccoli proprietari terrieri. Gia' tra i sedici ed i diciassette anni scrisse il suo primo romanzo. Nella giovinezza frequenta la facolta' di giurisprudenza ma senza laurearsi. Partecipa con passione alle vicende della seconda guerra di indipendenza (1859), arruolandosi nella Guardia Nazionale durante la spedizione dei Mille. Nel 1869 si reca a Firenze dove conosce Luigi Capuana . Successivamente trasferisce la sua residenza a Milano . Fondamentale per la sua formazione di verista e' il suo incontro a Parigi con Emile Zola, uno dei piu' grandi esponenti del naturalismo. Durante il suo soggiorno a Milano , il centro culturale piu' importante di Italia, Verga scrive le sue opere piu' importanti. Muore a Catania nel 1922.