Il sentiero dei nidi di ragno: riassunto capitoli

Appunto inviato da butterfly Voto 7

breve riassunto capitolo per capitolo del romanzo Il sentiero dei nidi di ragno, di Italo Calvino (3 pagine formato doc)

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO: RIASSUNTO CAPITOLI

CAPITOLO 1°: Pin è un bambino cresciuto per strada, per vivere fa l'aiuto ciabattino; la sua famiglia è la sorella che si prostituisce coi tedeschi.
Si reca spesso all'osteria frequentata dai partigiani che gli chiedono di prendere la pistola ad un marinaio tedesco che spesso va da sua sorella.
CAPITOLO 2°: Un pomeriggio ruba la pistola del soldato, fiero ed impaurito va all'osteria dove, prima che possa farsi grande con la sua conquista, i partigiani sono combattuti sul furto o meno della pistola.
Pin allora decide di tenerla e la porta sul sentiero dove i ragni fanno i nidi.
Nel frattempo i soldati tedeschi, avvisati dal marinaio, gli stanno dando la caccia e appena arriva lo arrestano.

Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino: riassunto


IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO: RIASSUNTO CAPITOLO PER CAPITOLO

CAPITOLO 3°: Pin viene condotto in una villa inglese adibita a carcere e dopo un paio di interrogatori incontra Lupo Rosso, un ragazzo sui 16 anni che vive a pieno la lotta partigiana; Pin è emozionato da questo incontro e sibisce il fascino del ragazzo.
Lupo Rosso svela a Pin che ha un piano per fuggire e Pin vorrebbe unirsi alla sua fuga.
CAPITOLO 4°: Pin e Lupo Rosso fuggono e si nascondono.
Poco dopo Lupo Rosso si allontana per perlustrare la zona ma non ritornerà al nascondiglio.
Pin , trovatosi solo, va alla ricerca della pistola e appena l'ha trovata pensa a cosa avrebbe fatto Lupo Rosso ma subito è preso da un senso di sconforto e di solitudine.
Piangendo girovaga per il bosco ed incontra un uomo col quale instaura un dilaogo.
CAPITOLO 5°: L'uomo porta Pin in un casolare dove gli presenta Mancino, il cuciniere della brigata partigiana di cui fa parte l'uomo.
Cugino, questo è il nome dell'accompagnatore di Pin, si fa dire il motivo per il quale non c'è nessuno al casolare e Mancino gli spiega che c'è un colpo in atto e che tutti sono partiti.
Poco dopo arriva al casolare Giglia, moglie di Mancino, che si mette a parlare con Cugino della rivolta comunista mentre di sottofondo si sentono gli spari dei compagni.
Pin segue attento e poco dopo vede arrivare Lupo Rosso con gli altri uomini della brigata che stanchi dell'attacco si buttano sulla paglia a dormire.

Il sentiero dei nidi di ragno: riassunto breve e commento


RIASSUNTO CAPITOLI IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO, ITALO CALVINO

CAPITOLO 6°: E' sera e Pin si trova a parlare con i suoi compagni.
Per primo deride il Dritto, capo del distaccamento; questi è un tipo poco affidabile al quale hanno affidato apposta quel distaccamento e quegli uomini.
Gli uomini difatti sono anch'essi scansafatiche e poco inclini a eseguire gli ordini ma si sentono partecipi nel lottare per la loro causa.
Fra tutti si fa notare Pelle, un ragazzo dalle idee chiare: donne e armi, è questo che affascina Pin che però non capisce quali sono i suoi sentimenti per lui, se odio (visto che Pelle è stato con sua sorella) o ammirazione dato che Pelle conosce il sentiero dei nidi di ragno.
Infine Pin si trova a scherzare con Zena il Lungo che per quanto grande e grosso è il più pigro di tutto il distaccamento.
CAPITOLO 7°: All'interno del casolare tutti gli uomini osservano Giglia, Pin che si accorge di questo la canzona e tenta di capire come mai l'uomo è così attaccato alla sua donna.
La stessa mattina di queste riflessioni di Pin arrivano tre uomini del distaccamento col loro cognato morto; i due fascisti fatti prigionieri qualche giorno prima lo seppelliranno.
La sera Pin è tutto intento a tirar sù il morale dei commilitoni quando scoppia un incendio nel casolare; c'è un fuggi-fuggi e gli uomini si troveranno presto in fuga nel bosco.

Il sentiero dei nidi di ragno di Calvino: relazione


RIASSUNTO BREVE IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO

CAPITOLO 8°: Il loro nuovo nascondiglio è un fienile; qui si cerca di rimettere tutto in ordine a partire dalla gerarchia dei partigiani stessi.
Inizia di lì a poco una discussione politica e tutti mettono in mezzo la propria storia ed i discorsi di politici che hanno ascoltato.
Pin rimane in disparte col Dritto che mentre pulisce la pistola gli spiega il funzionamento.