Età Umanistico Rinascimentale: riassunto

Appunto inviato da marikacaleffi Voto 6

L'età umanistica - Signorie e Principati; L'umanesimo civile; L'umanesimo cortigiano; Cantori Cavallereschi; L'età del rinascimento; Platonismo e Aristotelismo; Irrazionale e anticlassicismo. Età Umanistico Rinascimentale: riassunto dettagliato (6 pagine formato docx)

ETA' UMANISTICO RINASCIMENTALE: RIASSUNTO

L'età dell'Umanesimo - Signorie e Principati
Alla fine del  duecento le città italiane si erano indebolite a causa delle lotte interne e così il bisogno di pace e stabilità aveva indotto i cittadini a dare tutto il potere in mano ad una singola persona o famiglia così nel 1300 e 1400 si consolidano le signorie; successivamente il potere viene legittimato e la signoria si trasforma in principato. Soltanto Firenze continua ad avere gli ordinamenti comunali con il potere in mano a famiglie ricche come i Medici.
il Signore si circonda di consiglieri, persone fedeli, decide la politica interna ed esterna e controlla la vita economica e culturale. Attorno a lui si crea una corte di cui fanno parte anche intellettuali e artisti, il signore ama la cultura e l'arte, perciò la protegge (fenomeno del Mecenatismo); grazie ad esso le signorie diventano splendidi centri di cultura dove si coltivano letteratura, filosofia, scienze e arti.
inoltre il Signore investe denaro per la costruzione di palazzi e ville -da qui si alimenta la fioritura artistica del 1400 che sperimenta nuovi linguaggi -. A differenza dell'età comunale non c'è più una contrapposizione di tendenze e meno la partecipazione per avere il potere perciò il cittadino si trasforma in suddito (non è più autonomo ma di uniforma alla volontà del signore).

Età umanistica-rinascimentale: riassunto

 

CIVILTA' UMANISTICO RINASCIMENTALE: RIASSUNTO

Firenze comunale -->  Conserva gli ordinamenti comunali ed è il centro di cancelleria della Repubblica dove si scrivono le lettere ufficiali con la direzione affidata agli intellettuali più prestigiosi.
La Corte --> E' il centro di elaborazione della cultura. I principi sono colti e si circondano di scrittori,pittori, architetti e filosofi. La corte si fonda sul culto della raffinatezza, armonia e dell'eleganza; questi sono  i principi a cui aspirano gli intellettuali e hanno il compito di elaborare gli ideali dell'èlite colta. L'intellettuale elogia il signore per consacrarne  la fama attraverso le sue opere. La corte è un luogo dove si produce cultura e allo stesso tempo di consuma, siccome la corte è un luogo chiuso ed è solo per i cortigiani  che disprezzano l'esterno.

L'età umanistico rinascimentale: riassunto di storia moderna

 

UMANESIMO RINASCIMENTALE: RIASSUNTO

Accademia --> E' una nuova istituzione, il termine deriva dalla scuola filosofica creata da Platone; gli intellettuali elaborano una concezione dialogica della cultura cioè scambio di idee. Le accademie sono cenacoli dove i dotti si incontrano per conversare, scambiarsi conoscenze. (acc. platonica di Firenze.)
•    Il tipo di intellettuale dominante è quello del cortigiano che si colloca nelle corti e può provenire da famiglie aristocratiche o essere il signore della città.
•    La concezione umanistica è strettamente elitaria.
•    Alla fine del '300 e inizi '400 si diffonde l'idea che i secoli passati fossero barbari e di decadenza. Nasce il mito di una rinascita della civiltà classica e di vuole rivivere il mondo antico liberandolo dalle deformazioni medioevali; questo mito prende il nome di RINASCIMENTO.