"se Questo Un Uomo" Di Primo Levi - Riassunto di Letteratura gratis Studenti.it

"Se questo un uomo" di Primo Levi: Analisi completa e dettagliata, completa di personaggi, di "Se questo un uomo" del celebre scrittore Primo levi (8 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da marcobinfa1

Analisi del testo “Se questo è un uomo” Analisi del testo “Se questo è un uomo” Primo Levi Dati Editoriali: Autore: Primo Levi Titolo del libro: “Se questo è un uomo” Data, luogo di pubblicazione e casa editrice: Se questo è un uomo viene pubblicato nel 1947 dalla casa editrice De Silva, stampando circa 2500 copie. Non riscontra il successo che avrebbe meritato e quindi viene accantonato. Successivamente nel 1956 ad una mostra a Torino sui campi di concentramento, il chimico Primo Levi viene assediato da giovani che lo interrogano sulla sua esperienza, lo scrittore riprende fiducia nei suoi metodi di narrazione e pubblica una seconda volta il libro, ma con la casa editrice Einaudi (che in precedenza lo aveva respinto), il dattiloscritto viene pubblicato nella collana “Saggi” e da allora viene ancora pubblicato.

"SOMMERSI E SALVATI" DI PRIMO LEVI


Nel 1959 il racconto viene tradotto in Inghilterra e negli Stati Uniti, due anni dopo anche in tedesco e in francese. Se questo è un uomo, ebbe così successo che nel 1964 venne ridotto per la radio. Genere: il racconto “Se questo è un uomo”, è un racconto di tipo storico, infatti, l'autore non inserisce nel contesto frasi personali contro i suoi persecutori, il suo compito è quello di raccontare ciò che è accaduto in modo che non succeda più. Presentazione dell'autore: Primo Levi nasce a Torino nel 1919 dove trascorrerà l'infanzia e la prima giovinezza, nel 1934 s'iscrive al primo anno di liceo, successivamente nel 1941 si laurea in chimica.

"IL SISTEMA PERIODICO" DI LEVI

Nel 1942 Primo Levi si trasferisce a Milano per ragioni di lavoro da dove, nel 1943, scappa per andare sulle montagne sopra Aosta unendosi ad altri partigiani; viene quasi subito catturato dalla milizia fascista. Nel 1944 Primo Levi viene internato nel campo di concentramento di Fossoli e successivamente deportato ad Auschwitz; dove il 27 Gennaio 1945 viene liberato in occasione dell'arrivo dei russi al campo. Il suo rimpatrio avverrà soltanto nell'Ottobre. Primo Levi muore, nella sua casa di Torino dopo aver subito un'operazione chirurgica, l'11 aprile del 1987. Primo Levi giunse alla letteratura attraverso la tragica esperienza vissuta nei lager che lo segnò fino al punto di diventare per lui un'ossessione che lo portò dopo tanti anni al suicidio. Il racconto delle traversie subite ad Auschwitz è consegnato a se questo è un uomo, che denuncia la tragica e subumana vita nel lager. Esposizione sintetica della vicenda: “Se questo è un uomo”, narra le sue esperienze di deportato nel lager nazista di Buna-Monowitz nei pressi di Auschwitz. L'autore viene arrestato nella notte del 13 dicembre 1943, quando venne sorpreso in montagna insieme ai suoi compagni da una reparto della milizia fascista.

IL NEOREALISMO E LEVI
Continua »

vedi tutti gli appunti di letteratura »
Carica un appunto Home Appunti