Il più grande uomo scimmia del pleistocene: riassunto e commento

Appunto inviato da paolomanzoni Voto 5

riassunto e commento del libro "Il più grande uomo scimmia del pleistocene" di Roy Lewis (3 pagine formato doc)

Il più grande uomo scimmia del pleistocene: riassunto e commento - IL PIU' GRANDE UOMO SCIMMIA DEL PLEISTOCENE Roy Lewis Riassunto: La storia accade verso la fine del pleistocene. Ci troviamo nella zona della Rift Valley e quasi sempre in zone aperte o nelle caverne, vicini ad un'area in cui sono presenti undici vulcani, numero che zio Vania ama puntualizzare con suo fratello. Il vulcano ha una parte fondamentale in questa storia, che è anche la storia dell'evoluzione umana, perché fornisce la prima, forse più importante, scoperta dell'uomo: il fuoco.

Il più grande uomo scimmia del pleistocene: recensione

Edward pensa che l'unico mezzo per impossessarsi del fuoco è di andare a prenderselo da soli direttamente dal cratere in cima al vulcano. Fortunatamente scopre che alcuni piccoli fuochi “crescono” anche più in basso. Non c'è bisogno quindi dì rischiare la vita vicino alla lava ribollente: i lapilli scagliati lontano in aria incendiano gli alberi che toccano, e a loro volta gli alberi incendiati attaccano il fuoco ai vicini. Per noi è semplice pensare alla trasmissione del fuoco ma una volta non era così e Edward osservava per la prima volta questo fenomeno.