Storia della psicologia: riassunto

Appunto inviato da topo2002 Voto 5

Riassunto della storia e origini della psicologia (3 pagine formato doc)

STORIA DELLA PSICOLOGIA: RIASSUNTO

La storia della psicologia. La psicologia ha le sue prime origini nella filosofia dell'Antica Grecia poiché il termine PSICHE in greco antico significa “ANIMA”. Col passare del tempo i termini “anima” e “psiche” hanno assunto significati diversi: il primo indica la parte “spirituale” dell'uomo, il secondo quella “mentale”. Nel 1879 il tedesco WUNDT ha cominciato ad indagare scientificamente nei laboratori di Lipsia. E con Wundt si chiude il passato di millenni e inizia la lunga storia della psicologia. La psicologia è una scienza che studia il comportamento dell'uomo cercando di capire come mai le persone agiscono in determinati modi e cerca di aiutare a capire se stessi. Comportamento inteso anche come attività mentale come risposta della vita quotidiana.
Affermando che la psicologia è una scienza s'intende che utilizza gli scopi e i metodi tipici delle scienze. La regola della ripetibilità è molto importante perché una ricerca è “scientifica” solo se può essere ripetuta ottenendo gli stessi risultati. Il comportamento è l'attività dell'uomo in risposta delle condizioni della vita quotidiana.

Psicologia: definizione, storia e di cosa si occupa

ORIGINI E STORIA DELLA PSICOLOGIA

Come si è capito l'oggetto di studio della psicologia è l'uomo. Bisogna però chiarire che la psicologia si divide in due branche: la psicologia sperimentale con la quale si compiono ricerche scientifiche per comprendere i vari tipi di comportamento.
E poi c'è la psicologia applicata con la quale si applicano i risultati delle ricerche sulla vita quotidiana. I tre temi filosofici della psicologia I tre temi filosofici maggiormente in rilievo sono: LIBERO ARBITRIO O DETERMINISMO? PSICHE E SOMA NATURA O EDUCAZIONE? IL DETERMINISMO è la spiegazione scientifica sul fatto che tutto quanto ci circonda ha una causa o un determinante. Il LIBERO ARBITRIO, invece, afferma che noi siamo liberi di comportarci come vogliamo e siamo quindi responsabili del nostro comportamento. Se sentiamo di essere NOI ad avere il controllo della nostra esistenza, si parla di CONTROLLO INTERNO; se invece sentiamo che i fatti della vita dipendono da AGENTI ESTERNI si parla di CONTROLLO ESTERNO. Abbiamo due concezioni di PSICHE e SOMA: la concezione secondo cui mente e corpo sono separati si chiama DUALISMO.
La concezione secondo cui cono un tutt'uno si chiama MONISMO. Noi siamo causa della NATURA o dell'EDUCZIONE? Bisogna chiarire che per NATURA s'intende l'azione dei fattori biologici, ereditari e innati, legati al patrimonio genetico; quest'azione si esercita durante tutta la vita, cominciando dal momento in cui si è concepiti.

Psicologia della personalità: teorie

APPUNTI STORIA DELLA PSICOLOGIA

Per EDUCAZIONE s’intende l’azione dei fattori legati all’ambiente di vita e delle varie esperienze che vi abbiamo. Si tratta quindi di un’azione che comincia solo dopo il concepimento.
Per CULTURA s’intende la parte del nostro ambiente che è stata creata dall’uomo stesso.
Gli scopi della psicologia
Per lo psicologo sperimentale gli scopi sono due:
1.    DESCRIVERE;
2.    SPIEGARE IL COMPORTAMENTO.
Per lo psicologo sperimentale sono tre:
1.    prevedere;
2.    controllare il comportamento;
3.    migliorare la qualità della vita.