La spesa pubblica: riassunto

Appunto inviato da lasilbea Voto 6

La spesa pubblica: riassunto. La nozione di spesa pubblica, classificazione della spesa pubblica, cpesa pubblica e sviluppo del reddito, gli effetti economici della spesa pubblica, l'espansione tendenziale della spesa pubblica e il controllo di efficienza della spesa pubblica (3 pagine formato doc)

LA SPESA PUBBLICA: RIASSUNTO

Le spese pubbliche in generale.
Nozione di spesa pubblica. Le spese pubbliche sono tutti gli impieghi di ricchezza che vengono fatti dai soggetti attivi dell'attività finanziaria per la produzione dei beni e dei servizi necessari al soddisfacimento dei bisogni pubblici. Questi enti determinano prima il fabbisogno finanziario, cioè la somma totale delle spese, e successivamente il modo per reperire le risorse necessarie per coprirlo.
Classificazione della spesa pubblica
Le spese pubbliche si possono classificare in base:
all’ente che le effettua:
spese statali: sostenute dallo Stato;
spese locali: sostenute dagli enti pubblici territoriali;
al loro scopo:
spese di governo: vengono sostenute per far fronte ai compiti istituzionali di governo per il funzionamento degli apparati costituzionali. Queste si dividono ulteriormente in:
spese per l’organizzazione politica dello Stato: riguardanti il funzionamento degli organi costituzionali;
spese per la sicurezza: relative all’ordine pubblico interno;
spese per lo sviluppo economico e sociale: sanità, istruzione, giustizia;
spese di esercizio: sono quelle che vengono sostenute per il conseguimento delle entrate come la riscossione delle imposte, gli interessi passivi del debito pubblico.

Gli effetti economici della spesa pubblica: riassunto


SPESA PUBBLICA ECONOMIA POLITICA

Alla loro ripetibilità nel tempo:
spese ordinarie: sono prevedibili e si ripetono in ogni esercizio finanziario; servono per coprire le spese della pubblica amministrazione.
spese straordinarie: sono quelle che vengono sostenute in circostanze imprevedibili.
alle norme giuridiche che le regolano:
obbligatorie: devono essere effettuate coattivamente dall'ente, in quanto sono costi dei servizi indispensabili; il loro importo è stabilito dalla legge.
facoltative: lascia al governo la facoltà di pagarle o meno e di stabilirne importo e limiti.
in rapporto alla loro destinazione economica:
spese correnti: che esauriscono i loro effetti in un esercizio finanziario e si dividono in:
spese di gestione: per far fronte alle spese della pubblica amministrazione e la produzione dei servizi pubblici.
spese di trasferimento: hanno la funzione di trasferire ricchezza dai soggetti con maggior reddito a quelli meno abbienti (spese di assistenza, pensioni e disoccupazione), non costituiscono aumento di ricchezza.

Effetti economici della spesa pubblica: riassunto e spiegazione


EFFETTI ECONOMICI E SOCIALI DELLA SPESA PUBBLICA

Spese in conto capitale: sono spese di investimento per la costruzione di opere pubbliche e private. Si possono ulteriormente classificare in:
spese amministrative: quelle di amministrazione generale, spese di sicurezza e giustizia.
spese produttive: per la costruzione di infrastrutture come trasporti e viabilità.
spese di redistribuzione: per accrescere il reddito dei cittadini meno abbienti facendo diminuire quello dei cittadini più ricchi.