Il Concilio Di Trento E La Controriforma: Riassunto - Riassunto di Storia gratis Studenti.it

Il Concilio di Trento e la Controriforma: riassunto: il Concilio di Trento, la Controriforma, Federico II d'Asburgo e lo scontro tra Spagna e Inghilterra (2 pagine formato docx)

VOTO: 6 Appunto inviato da mattaperlostudio

IL CONCILIO DI TRENTO E LA CONTRORIFORMA: RIASSUNTO

La riforma fu una grande sfida per la chiesa di Roma che fu costretta a trovare nuove energie e nuove risorse. Per rispondere ad un simile compito era indispensabile convocare un concilio ecumenico, ossia un assemblea dei vescovi di tutte le terre cattoliche. Nel 1545 ci fù l’apertura del concilio di Trento, città imperiale con scarsa partecipazione dei vescovi francesi e tedeschi. A causa della minaccia di peste a Trento, 2 anni dopo il concilio fu trasferito a Bologna dove verrà sospeso da Papa Paolo III nel 1549. Nel 1551 Papa Giulio II riapre il concilio a Trento che però verrà interrotto nel 1552. Il trattato di Chateau- Cambresis nel 1559 crea un clima favorevole e nel 1563 si conclude con i vescovi che hanno l’obbligo di residenza e l’istituzione di seminari. Inolte Pio IV conferma tutte le decisioni conciliari.

Il Concilio di Trento e la Controriforma: riassunto


RIASSUNTO DEL CONCILIO DI TRENTO: FEDERICO II D’ASBURGO

Federico II successe al papà Carlo V e si ritrovò sovrano più potente d’europa, sposò Maria Tudor regina d’inghilterra, ma morì subito nel 1558. Non ebbe però preoccupazioni dalla Francia che coinvolta in disordini di origine religiosa e sociale dovette attenersi ai patti stipulati a chateau-cambresis nel 1559. Non si mosse mai dalla Spagna. Tre furono i problemi che affrontò (lotta con l’eresia, sicurezza nel mediterraneo contro i turchi e la difesa dei traffici con le colonie). L’impiego dei mezzi finanziari costrinsero Filippo II a cercare nuovi fondi. Perseguitò i moiscoss a cui era stata imposta la conversione al cristianesimo, la repressione durò due anni. Nel 1570 i turchi tornavano all’offensiva sottraendo cipro ai veneziani. Pio V formò la sacra lega con venezia e la spagna e nel 1571 nelle acque di Lepanto la flotta turca fu distrutta. Nel 1580 occupò il portogallo e ottenne il trono per motivi dinastici. I paesi bassi erano suddivisi in 17 provincie di cui Filippo II era il signore.

Controriforma e Concilio di Trento: riassunto


DECISIONI DEL CONCILIO DI TRENTO

Ogni provincia aveva la libertà locali . Il re era rappresentato da un governatore assistito, da un consiglio di stato per gli affari politici, da un consiglio privato e da un consiglio delle finanze. Dopo la metà del secolo si diffuse il calvinismo che fece presa sulla borghesia mercantile e sui nobili. Filippo II volle stroncare il calvinismo non rispettando più le libertà locali. Ottenne da Roma la riorganizzazione ecclesiastica dei Paesi Bassi, si sviluppò quindi un forte sentimento anticlericale. Anche la forza militare Spagnola aveva una condotta risoluta e Filippo II minaccia di produrre l’inquisizione. I calvinisti per resistere alle misure della spagna formarono una lega, si aggiunse tra il 1565 e il 1566 una carestia e diedero vita a un’insurrezione aperta. La repressione fu durissima, ci furono più di 1000 condanne a morte e 60 mila persone trovarono scampo in esilio. Nelle provincie del nord (olanda e zelanda calviniste) era ripresa la rivolta, filippo tornò in azione operando le devastazioni e fece il sacco di Anversa 1556.

Il concilio di Trento: sintesi


CONCILIO DI TRENTO CONCLUSIONI

I calvinisti del nors erano diventati la forza trascinatrice di ogni paese il cui capo era Guglielmo D’Orange , non cattolico, e nel 1576 cattolici calvinisti stipularono la pacificazione di gand con la quale si stabiliva una lozione comune contro gli spagnoli e si concedeva libertà di culto in Olanda e Zelanda. Nel 1579 le provincie del nord si costituirono in provincie unite e le provincie del sud, cattoliche, formarono l’unione di Arras confermando la fedeltà a Filippo II.

Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti