Falcone e Borsellino: riassunto

Appunto inviato da paolafalconi97 Voto 7

breve biografia di Falcone e Borsellino, il pool antimafia, maxiprocesso di Palermo, la fine del Pool Antimafia, il fallito attentato dell'Addaura e la strage di Capaci. Riassunto su Falcone e Borsellino (3 pagine formato doc)

FALCONE E BORSELLINO: RIASSUNTO

Giovanni Falcone. Biografia. Giovanni Falcone nacque nel 1939 a Palermo, è stato uno dei magistrati italiani. Dopo aver frequentato il liceo classico e dopo aver fatto una breve esperienza presso l’Accademia navale di Livorno, si laureò in giurisprudenza. Vinse in seguito il concorso in magistratura e nello stesso anno sposò la sua prima moglie Rita Bonnici da cui divorzio 14 anni dopo. Il suo primo incarico fu a Lentini come pretore. Nel 78 ottenne il lavoro all’ufficio istruzione sotto la guida di Chinnici affiancato da Paolo Borsellino. Nel 80 gli furono affidate le indagini contro Rosario Spatola, grazie a questo scoprì il quadro di una organizzazione criminale di Cosa Nostra.

Falcone e Borsellino: tesina


PAOLO BORSELLINO RIASSUNTO BREVE

Paolo Borsellino. Biografia. Paolo Borsellino nacque nel 1940 a Palermo ed è stato anche lui un magistrato vittima della mafia. Frequentò il liceo classico e si iscrisse al fronte universitario d’Azione Nazionale e si laureo nel 1962. Fino alla laurea in farmacia della sorella lui mantenne la farmacia del padre.  Nel 1963 Borsellino partecipò al concorso per entrare in magistratura; divenne il più giovane magistrato d'Italia. Il suo primo incarico fu al tribunale di Enna nella sezione civile. Nel 1967 fu nominato pretore e da allora iniziò a conoscere la mafia. Il 23 dicembre 1968 sposò Agnese Piraino Leto. Nel 75 venne trasferito a Palermo dove entrò nell’ufficio istruzioni affari penali sotto la guida di Chinnici. Nel febbraio 1980 Borsellino fece arrestare i primi sei mafiosi tra cui Giulio Di Carlo e Andrea Di Carlo. Il 4 maggio 1980 Emanuele Basile fu assassinato e fu decisa l'assegnazione di una scorta alla famiglia Borsellino.

Tema su Falcone e Borsellino


GIOVANNI FALCONE RIASSUNTO BREVE: IL POOL ANTIMAFIA

Il pool antimafia. Venne fondato il "pool antimafia”, una squadra di magistrati pronta a combattere la criminalità organizzata, che era formata da Falcone, Borsellino e dai giudici Lello e Guarnotta. Il pool nacque anche per cercare di unire tutta l’istituzione che era composta da giudici che combattevano contro la mafia ma individualmente senza lo scambio di idee tra loro. Nel pool bisognava agire sempre insieme. Il 29 luglio 1983 il consigliere Chinnici fu ucciso con la sua scorta,lo sostituì Antonino Caponnetto.. Tutti i componenti del pool chiedevano espressamente l'intervento dello Stato, che non arrivò. In seguito venne arrestato Tommaso Buscetta che diede una svolta epocale alla lotta contro la mafia, decise di collaborare con la Giustizia e descrisse in modo dettagliato la struttura della mafia. Il suo interrogatorio iniziò a Roma nel luglio 1984  e aiutò molto nelle indagini contro l’organizzazione di Cosa Nostra.

Le origini della mafia e la sua storia: tema


PAOLO BORSELLINO STORIA IN BREVE: IL MAXIPROCESSO DI PALERMO

Il maxiprocesso di Palermo. Le inchieste avviate da Chinnici e portate avanti dalle indagini di Falcone e di tutto il pool portarono così a costituire il primo grande processo contro la mafia. Questa reagì nell’estate del 1985 uccidendo Giuseppe Montana e Ninni Cassarà, stretti collaboratori di Falcone e Borsellino, si cominciò a temere anche per loro, per questi motivi di sicurezza vennero mandati a soggiornare per qualche tempo con le famiglie presso il carcere dell'Asinara per finire le pratiche del maxiprocesso. Questo mandò in carcere 475 imputati.