Guerra Fredda e la ricostruzione

Appunto inviato da sirnick94 Voto 6

Riassunto sulla situazione in Europa e nel mondo dopo la Seconda Guerra mondiale (2 pagine formato doc)

GUERRA FREDDA E RICOSTRUZIONE
Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica aspiravano al ruolo di grandi potenze mondiali. Gli Stati Uniti forti di un’indiscussa superiorità economica e di un’altrettanto netta supremazia militare e L’Unione Sovietica padrone di mezza Europa erano due superpotenze dotate di immense risorse naturali e di un massiccio apparato industriale e avevano interessi di dimensioni mondiali. Ciascuna era portatrice di una propria cultura radicalmente opposte tra di loro sul mondo di assicurare il benessere e il progresso ai propri cittadini. Per effetto di questa contrapposizione, si giunse a un nuovo sistema mondiale bipolare, con influenze determinanti sulla vita di tutti i paesi. 


La gestione della pace da parte degli statunitensi fu molto generosa. Venne istituito un settore penale, applicato nei processi di Norimberga e Tokyo, che  condannava i capi nazisti e i dirigenti giapponesi.
Per costituire un nuovo diritto internazionale, fu fondata l’Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) che aveva l’obiettivo di salvare le generazioni future dal flagello della guerra e di impiegare strumenti internazionali per promuovere il progresso economico e sociale di tutti i popoli.
Nel luglio 1944, con gli accordi di Bretton Woods, fu creato il Fondo monetario internazionale, con lo scopo di costruire un adeguato ammontare di riserve valutarie mondiali e di assicurare la stabilità dei cambi fra le monete. 


Al Fondo monetario fu affiancata la Banca mondiale, col compito di concedere prestiti a medio e lungo termine ai singoli Stati per favorire la ricostruzione e lo sviluppo.
A fine conflitto, con la morte di Roosevelt morì anche il progetto di cooperazione e ci fu un irrigidimento americano nei confronti dei sovietici. I nodi fondamentali del contrasto erano il futuro della Germania e gli sviluppi in Europa orientale. Per imporre la propria autorità negli Stati dell’Est Europa, l’Urss impose al potere i partiti comunisti locali con l’appoggio dell’esercito.