Il medioevo, le corti e i comuni

Appunto inviato da ceska1987 Voto 6

Riassunto delle caratteristiche principali del medioevo, dell'età cortese e dei comuni (4 pagine formato doc)

Medio evo Medio evo EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE POLITICHE La chiesa svolge un ruolo decisivo Europa caratterizzata da frantumazione politica, territoriale, tipica del feudalesimo Il potere centrale è debolissimo, contrastato dal potere locale dei feudatari La chiesa e l'impero sono in conflitto per il potere STRUTTURA SOCIALE società fortemente gerarchizzata e statica (aristocrazia feudale, clero e contadini) le funzioni delle classi sono rigidamente definite ed ogni individuo è fisso nel suo ceto di appartenenza e non esistono forme di mobilità si pensa che dio abbia voluto distinguere la società in tre ordini: Guerrieri Sacerdoti Contadini BELLATORES ORATORES LABORATORES combattere pregare Coltivare la terra non esiste il principio di uguaglianza e quello di mobilità, e la disuguaglianza fa parte dell'ordine provvidenziale STRUTTURE ECONOMICHE c'è un generale regresso economico, e l'economia è basata sull'agricoltura frammentazioni politiche insicurezza della vita devastazioni causate da invasioni, epidemie, scorrerie economia chiusa gli scambi avvengono attraverso il baratto il contadino lavora senza compenso le terre dei signori (corvées) in cambio di protezione e concessioni di piccoli appezzamenti per il proprio sostentamento i centri della vita si spostano da città a campagna: castelli, abbazie e monasteri MENTALITA' E VISIONI DEL MONDO Visione statica del reale la religiosità domina la civiltà medioevale, tutto è di Dio, perfetto e immutabile non si concepisce e non si avverte un impulso di trasformare e rinnovare AUCTORITAS Si pensa che la verità sia data una volta per tutte Vero è ciò che è stato trasmesso da auctoritas e tradizione, non ciò che si può constatare e andare oltre ai limiti significa essere superbi e folli. Universalismo Visione universalistica dei due massimi poteri che contrasta con la realtà di un particolarismo in cui il potere è in mano a persone diverse (grandi e piccoli feudali, laici e ecclesiastici) e su diversi livelli La chiesa comprende tutte le persone, credenti e non, e non si tollerano altre convinzioni CHIESA1 IMPERO POTERE MASSIMO, SPIRITUALE POTERE MASSIMO, TEMPORALE Condurre a beatitudine vita eterna Condurre a beatitudine vita reale Enciclopedismo e scolastica Sistema unitario della conoscenza: l'uomo dotto deve sapere tutto lo scibile Il sapere deve comprendere tutta la realtà La molteplicità e varietà di forme del reale è riconducibile a un ordine divino che riduce a perfetta unità, anche la conoscenza. La teologia è la scienza dominante. Scolastica: edificio coerente di pensiero, in cui la fede cristiana si basasse sui fondamenti della ragione Allegorismo Visione simbolica del reale, ricerca di significati riposti, e comunque legati alla religione Ogni aspetto del mondo non vale solo per sé, ma rimanda sempre ad un altro NATURA, SCIENZA E STORIA Non ha senso distinguere reale e immaginario, conta solo l'esistenza simbolica, realtà e leggenda si mescolano indistintamente La storia è il dispiegamento d