Protocollo di Kyoto: spiegazione semplice

Appunto inviato da skateordie90 Voto 6

Riassunto breve sugli argomenti del Protocollo di Kyoto: spiegazione semplice (5 pagine formato doc)

PROTOCOLLO DI KYOTO: SPIEGAZIONE SEMPLICE

Tentativi di ristabilimento delle stagioni. Gli accordi internazionali (Kyoto): L'effetto serra; Le automobili; L'Ozono.
Ecco una frase complicata:
Sesta Conferenza delle Parti firmatarie della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 6).
Che significa? Significa che in novembre 2000 i leader di circa 170 paesi si sono riuniti per raggiungere un accordo per la ratifica del Protocollo di Kyoto.
Lo scopo è cercare di risolvere il problema dei mutamenti climatici, considerati come effetto dell’emissione di gas nocivi nell’atmosfera.
Già nell '800 se ne erano accorti: l'anidride carbonica scalda il pianeta. Ma a quei tempi chi se ne importava del ritiro dei ghiacciai: nessuno li andanva a misurare. Nel secolo successivo però qualcuno ci è andato....e tutti si sono iniziati a preoccupare.

Protocollo di Kyoto: riassunto e spiegazione semplice


PROTOCOLLO DI KYOTO: RIASSUNTO BREVE

1970: la prima conferenza sul clima a Ginevra, organizzata dalla World Meteorological Organization (WMO).
Conclusione: della serie "vediamo un po' che combinano questi umani", venne creato il Programma Mondiale per il Clima, al fine di studiare i cambiamenti climatici indotti dall’uomo.
1990: l’IPCC (Intergovernamental Panel on Climate Change), il gruppo intergovernativo sui Cambiamenti Climatici, pubblica il primo Rapporto sul Clima.
Risultato: si stabilisce che "l’effetto serra costituisce una minaccia alla stabilità climatica del pianeta".
1992: a New York venne conclusa la Convenzione quadro sui cambiamenti climatici.
Conclusione: si stabilisce che per risolvere il problema occorre ridurre il consumo delle risorse naturali ed energetiche al fine di minimizzare l’emissione dei gas ritenuti dannosi per l’ambiente.
...un pò' duri di comprendonio, ma alla fine ce l'hanno fatta, a capirlo.
Successivamente le Parti firmatarie della Convenzione di New York si sono incontrate per ben cinque volte prima del vertice dell’Aja, al fine di elaborare un protocollo attuativo della Convenzione (Protocollo di Kyoto). E ancora ci girano intorno senza volerlo mettere in atto.

Protocollo di Kyoto: riassunto del trattato


COS'E' IL PROTOCOLLO DI KYOTO

La Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Nel maggio 1992, a New York, venne elaborata la Convenzione quadro della Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, e venne presentata nel corso del Vertice su ambiente e sviluppo (Earth Summit) di Rio de Janeiro nel giugno 1992.
Che dice la Convenzione? Dice "guarda, che se vuoi far proseguire le attività umane sul pianeta senza sconvolgere gli equilibri climatici, non devi aumentare le emissioni di gas serra nell'atmosfera oltre un certo livello".
La Convenzione è:
- Firmata da 154 Paesi
- Operativa dal 1994
- Recepita in Italia con Legge 15 gennaio 1994, n. 65, G.U. so 29 gennaio 1994, n.23
La Convenzione? Sancisce una serie di obblighi differenziati a seconda del grado di industrializzazione dei Paesi contraenti.
Ma fermiamoci un attimo e vediamo cos'è la Conferenza della Parti di cui s'è parlato prima.
La Convenzione ha istituito la Conferenza delle Parti, che si riunisce una volta all’anno.
Compito principale della Conferenza è l’ esame dell’attuazione degli accordi.
Ci sono già state 6 Conferenze delle Parti; la prima a Berlino nell’aprile del 1995, durante la quale si decise di iniziare la stesura di un protocollo attuativo della Convenzione.