Riassunto Seconda Guerra Mondiale - Riassunto di Storia gratis Studenti.it
Controllo utente in corso...

Riassunto seconda guerra mondiale: Un breve riassunto della seconda guerra mondiale. Cause, conseguenze e punti fondamentali della guerra (1 pagine formato doc)

VOTO: 5 Appunto inviato da sochicca

In Germania, dopo l'abdicazione dell'imperatore Guglielmo II si costituì la repubblica di Weimar, chiamata così dal nome della città nella quale fu proclamata la sua costituzione LA SECONDA GUERRA MONDIALE In Germania, dopo l'abdicazione dell'imperatore Guglielmo II si costituì la repubblica di Weimar, chiamata così dal nome della città nella quale fu proclamata la sua costituzione. I primi anni del nuovo stato furono molto difficili: la grave situazione economica (un'inflazione inarrestabile) generava una grande instabilità politica, con ripetuti tentativi d'insurrezione. Anche se le condizioni di vita dei Tedeschi a poco a poco migliorarono e nel 1926 la Germania entrò a far parte della Società delle Nazioni, restò tra la popolazione una diffusa sfiducia nello Stato e nelle sue istituzioni. In un clima di crescente insofferenza crebbero la popolarità e il peso politico ed elettorale del partito nazionalsocialista ( nazista) e del suo Fùhrer Adolf Hitler. Nel 1933 Hitler fu nominato cancelliere. La Germania nazista fu chiamata Terzo Reich(terzo impero). Il primo obiettivo di Hitler in politica estera fu l'annessione alla Germania di tutti i territori abitati da minoranze di lingua e di cultura tedesca, che si trovavano in altri stati. In politica interna Hitler instaurò una dittatura spietata: accentrò nelle sue mani tutti i poteri e per mezzo delle SS(la milizia nazista) e della GESTAPO (polizia segreta) eliminò ogni opposizione. Nello stesso tempo realizzò un vasto piano di riarmo, che riportò la Germania al rango di grande potenza militare. Metteva in atto, intanto, una sistematica persecuzione degli ebrei tedeschi, privati progressivamente d'ogni diritto civile e segregati dal resto della popolazione. Le speranze di una pace durevole in Europa svanirono anno dopo anno: la Germania uscì dalla Società delle Nazioni; con l'aggressione all'Etiopia sfidò l'organismo internazionale anche l'Italia. Erano tutti segnali d'allarme. Nella Spagna diventata repubblica, nelle elezioni de 1936 ottenne la maggioranza un Fronte popolare, costituito da repubblicani, socialisti e comunisti. Le forze conservatrici ( l'esercito, i partiti della destra, il clero, i grandi proprietari terrieri), sotto la guida del generale Francisco Franco, insorsero contro il governo repubblicano. Per tre anni si combatté una sanguinosa guerra civile. La Germania e l'Italia intervennero in appoggio dei Falangisti di Franco con armi, volontari e anche truppe regolari. La guerra civile spagnola era il preludio di una lotta totale fra dittatura e democrazia. Ma le grandi democrazie europee Francia e Inghilterra non intervennero. Così nel marzo 1939 Franco completò l'occupazione della Spagna e instaurò una dittatura appoggiata dall'esercito e dalle altre gerarchie ecclesiastiche. Dall'inizio della guerra di Spagna in poi, i passi sulla via della guerra divennero sempre più rapidi. Già nell'ottobre 1936 l'Italia e la Germania firmarono una alleanza chiamata “ Asse Roma-Berlino& Continua »

vedi tutti gli appunti di storia »
Carica un appunto Home Appunti
Pagina eseguita in 0.0224528312683 secondi