Rivoluzione russa, riassunto breve

Appunto inviato da tessma Voto 7

Descrizione degli eventi che portarono alla Rivoluzione russa. Breve riassunto della Rivoluzione russa (2 pagine formato docx)

RIVOLUZIONE RUSSA, RIASSUNTO BREVE

Nel 1898 fu fondato il Partito socialdemocratico di ispirazione marxista diviso in: bolscevichi che sostenevano la necessità della rivoluzione che portasse il proletariato al potere,  e menscevichi che miravano ad ottenere una serie di riforme democratiche. Le opposizioni intensificarono la loro attività quando lo zar Nicola II frenò lo sviluppo sociale e industriale. In seguito alla guerra con il Giappone, nella quale l’impero russo venne sconfitto, esplosero tensioni sociali (domenica di sangue).  Ci furono rivolte e scioperi che portarono lo zar a concedere la formazione di una Duma elettiva (parlamento) che ben presto andò nelle mani dello zar, il quale tornò ad essere sovrano assoluto mentre nel paese l’opposizione cresceva e si organizzava.

Rivoluzione russa, riassunto


UN BREVE RIASSUNTO SULLA RIVOLUZIONE RUSSA

Rivoluzione russa. Il ritiro delle truppe russe dal fronte nel 1917, era stato determinato dalla rivoluzione scoppiata in febbraio. Il regime zarista fu travolto dalla rivolta della popolazione stremata dalla guerra e dalle sue conseguenze, infatti la rivoluzione del 1905 non aveva modificato la struttura del paese e del governo. Inoltre la partecipazione alla guerra aveva danneggiato il sistema economico del paese: ci furono conseguenze disastrose sulla produzione agricola  e industriale, perché lo spopolamento delle campagne determinò una grave carestia, mentre le fabbriche dovettero concentrare tutti i loro sforzi sugli armamenti trascurando gli altri beni.

Un breve riassunto sulla Rivoluzione russa


RIASSUNTO BREVE RIVOLUZIONE RUSSA 1917: RIVOLUZIONE DI FEBBRAIO

Rivoluzione di febbraio. A Pietrogrado, nel febbraio del 1917, uno sciopero generale paralizzò in pochi giorni la città, lo zar inviò le sue truppe per fermare la rivolta, ma queste si unirono alle persone in rivolta. Apparve chiaro che il regime zarista non era più in grado di riprendere il controllo del paese e lo zar Nicola II fu costretto ad abdicare. Dopo lo sciopero nacquero quindi due centri di potere: da un lato il governo provvisorio composto da liberali moderati (guidato dal principe Lvov); dall’altro il Soviet di Pietrogrado guidato dai socio rivoluzionari e dai menscevichi.

Riassunto breve della Rivoluzione russa


RIASSUNTO CORTO RIVOLUZIONE RUSSA

I pareri contrastanti dei due partiti però rendevano complessa la gestione politica della rivoluzione.
-    Il governo provvisorio infatti voleva proseguire la guerra e fondare una repubblica parlamentare su modello occidentale.
-    I Soviet, che rappresentavano milioni di lavoratori, miravano ad uscire dal conflitto per realizzare riforme sociali e politiche.  
All’interno dei soviet vi erano: i menscevichi che intendevano dare alla rivoluzione un carattere democratico e i socialisti rivoluzionari che puntavano soprattutto alla riforma agraria. Entrambi i gruppi erano contrari alla guerra, ma nonostante il dissenso appoggiavano il governo provvisorio.
I bolscevichi invece, di stampo estremista, erano contrari ad ogni compromesso con il governo.