Stati totalitari del 900

Appunto inviato da tessma Voto 7

Le caratteristiche comuni di tutti gli stati totalitari e approfondimento sul Nazismo in Germania e Fascismo in Italia. (4 pagine formato docx)

STATI TOTALITARI DEL 900

Stato totalitario. In Italia si passò dallo Stato liberale allo Stato totalitarista nel 1925 con la salita al potere di Mussolini. Lo stato totalitario in Italia, Germania e Russia si caratterizza per una serie di elementi comuni come:
-    Nelle mani del duce/fuhrer/capo sovietico  vi erano le cariche massime del governo e del partito, ciò significava l’identificazione tra Stato e partito
-    Controllo dell’opposizione interna e  di strumenti e mezzi che permettevano la diffusione dell’ideologia (mezzi di comunicazione, associazioni e momenti di incontro di massa)tramite il Tribunale speciale per la difesa dello Stato in Italia, Polizia segreta in Germania e polizia di controllo in Russia.
-    Creare consenso al partito attraverso l’educazione all’ideologia del partito
-    Creazione di campi di concentramento (Lager e Gulag).

Governi totalitari nel 900: saggio breve


STATI TOTALITARI NEL 900

Per quanto riguarda l’Italia nel 1925 vennero emanate le Leggi Fascistissime, con le quali il Parlamento veniva privato della sua funzione principale poiché al re spettava il compito di scegliere e nominare il capo del governo che poi rispondeva a lui del suo operato. Inoltre nel 1928 venne eliminata ogni tipo di opposizione con l’emanazione di un nuovo sistema elettorale che prevedeva l’assegnazione della totalità dei seggi alla lista che otteneva la maggioranza. Nel 1929 vennero stipulati i Patti lateranensi tra Stato e Chiesa che prevedevano la religione cattolica come religione di stato e materia insegnata nelle scuole e una maggiore libertà per la Chiesa nell’amministrazione dei beni. Lo scopo di Mussolini era quello di ottenere il controllo sulle associazioni giovanili e cattoliche.
Lo Stato totalitario prevedeva un controllo assoluto di ogni settore, da quello educativo a quello lavorativo , quindi anche ai sindacati infatti dal 1926 vennero soppresse le libertà sindacali con il disconoscimento del diritto di sciopero.

Tesina sui Totalitarismi


REGIMI TOTALITARI DEL 900: NAZISMO

Nazismo. Dopo la prima guerra mondiale per far fronte al debito di guerra, si verificò l’inflazione (circolo di denaro che non valeva nulla) e ciò determinò il crollo della Germania. Nel 1926 la Germania fu ammessa alla Società delle nazioni e nel 1928 la nazioni firmarono il PATTO BRIAND-KELLOGG che prevedeva il rifiuto della guerra come soluzione alle controversie internazionali e il disarmo.
Il Partito Nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi nacque nel 1920, ed era un partito basato sul nazionalismo, l’antisocialismo e sull’antisemitismo (rifiuto degli ebrei, ritenuti la causa di tutti i mali della Germania). Veniva esaltato il concetto della razza pura (ariana) e la figura del Fuhrer (capo supremo). All’inizio era un piccolo partito di estrema destra, poi con la crisi milioni di disoccupati videro il partito come unica salvezza.