Libro Cuore: scheda libro

Appunto inviato da balinaforzaviola Voto 5

Libro Cuore: scheda libro con riassunto breve di un brano, l'ambientazione e i personaggi principali (1 pagine formato doc)

LIBRO CUORE: SCHEDA LIBRO

Scheda libro.
Informazioni bibliografiche: Edmondo De Amicis, Cuore, Milano, Feltrinelli 1967
Genere: racconto
Ambientazione: La vicenda si svolge a Torino, principalmente nella scuola.
Personaggi principali:
- Enrico: è un ragazzo sensibile, dedito allo studio e amante dell’amicizia.
Ha una sorella di nome Silvia a cui è molto affezionato.
- Franti: è il più terribile, è testardo e capriccioso, fa scherzi a tutti e non fa altro che prendere in giro i più deboli di lui, ma tanto poi arriva Garrone!!!
- Garrone: è il più buono e bravo di tutti. Se un bambino faceva un guaio per sbaglio ed il maestro chiedeva chi era stato, si alzava sempre Garrone, ma il maestro non ci cascava.
- Perboni: è il maestro che segue i bambini e che li educa. É buono e dolce, ma anche severo.

Libro Cuore di De Amicis: riassunto


CUORE RIASSUNTO BREVE

Sintesi della trama: Il racconto mensile che mi è piaciuto di più è quella del Piccolo scrivano fiorentino che narra di un bambino che, impietosito da suo padre che lavorava anche la sera scrivendo dei nomi su delle fascette, decide di fare il lavoro al posto del padre, ma senza dirglielo perché altrimenti non glielo avrebbe permesso. Ma il lavoro lo faceva di notte e il giorno dopo era stanchissimo e anche a scuola era peggiorato,per cui il padre, talmente era deluso, non gli rivolgeva più la parola.
Una notte però gli successe di urtare qualcosa e, per paura che il padre lo scoprisse, stette zitto zitto, ma non vedendo arrivare nessuno riprese il lavoro.
Ad un certo punto però si sente mettere una mano sulla spalla ed indovinate chi era? Suo padre che, orgoglioso di suo figlio, lo aveva perdonato e tutto tornò a posto, anzi, meglio.
Strategie narrative: narratore esterno.
Passi significativi: Silvia: è la sorella di Enrico a cui vuole molto bene, è sensibile e sa affrontare anche i problemi più grandi di lei. In una lettera al fratello lei lo perdona per uno spregio che le ha fatto, Enrico rimane stupito da questo e scrive sotto la lettera: <<  Non sono degno di baciarti le mani>>.