"Contestazione globale" di Dino Buzzati

Appunto inviato da gman89 Voto 5

Autore, trama, sistema dei personaggi, testo e contesto, messaggio, stile. (2 pagine formato doc)

SPECIALE MATURITA' 2017

1° scritto | 2° prova | 3° prova| Orale | Tesina | Voto

Autore: Dino buzzati Autore: Dino Buzzati Titolo: Contestazione globale Data di pubblicazione: 1973 Casa editrice: Mondadori Autore Dino Buzzati che visse dal 1906 al 1972 fu, oltre che narratore, pittore, giornalista e inviato del . La sua narrativa è caratterizzata da entità assurde, presenze metafisiche, allegorie inquietanti, dati di cronaca(reali o inventati) che conferiscono ai suoi racconti un'atmosfera sospesa, con un che di magico e angoscioso. I titoli più significativi della sua ampia opera sono: Bàrnabo delle montagne(1933), Il deserto dei tartari(1940), Paura alla Scala(1949), Un amore(1963) e Le notti difficili(1973) dal quale è tratto questo racconto.Le notti difficili è una raccolta postuma che comprende tutti i suoi ultimi racconti, quando già si sapeva condannato da un male incurabile. Questi racconti sono caratterizzati da un'atmosfera straniata, spiazzante, tipica di Buzzati ma allo stesso tempo vi è una specie di presentimento di fine, uno sguardo desolato che contempla la morte: la propria e quella di tutto un mondo e un sistema di valori. Trama Durante la grande assemblea dei pensionati un vecchio funzionario di assicurazioni, Modesto Svampa, propone di ispirarsi ai giovani che vogliono cambiare il mondo tramite la contestazione globale e di manifestare contro la morte, che è l'unica vera nemica dell'uomo.La proposta viene accolta con furore e vengono subito organizzate delle occupazioni di ospedali e di cimiteri per sbarrare la strada alla morte.Essa camuffata da dottoressa tenta di entrare nell'ospedale per riscuotere delle vite ma viene fermata da Svampa che la scaccia.La notizia,grazie all'avvento dei fotografi,reporters, telecronisti, fa il giro del mondo.Tanto che gli studenti decidono di fermare questa assurda manifestazione, perché se i vecchietti fossero riusciti a fermare la morte la popolazione avrebbe assunto dimensioni gigantesche e sfamarla sarebbe stato impossibile.Gli anziani rimasero sconcertati da questa contro-manifestazione, e Svampa resosi conto dell'inevitabilità della morte si consegnò ad essa. Struttura del testo Le sequenze sono prevalentemente dialogiche,descrittive ed argomentative.Fabula e intreccio coincidono per tutta la durata del racconto e l'intreccio si articola per successione cronologica dei fatti. Sistema dei personaggi Non ci sono descrizioni particolareggiate nè fisiche né psicologiche .I personaggi vengono presentati indirettamente e genericamente dal narratore . C'è un protagonista:Modesto Svampa ha come antagonista apparente la morte,mentre in realtà gli antagonisti reali sono i giovani;altri personaggi sono rappresentati coralmente dai vecchietti, compagni di Svampa. Svampa e i vecchietti sono portavoce di una rivolta verso la morte e di un riscatto verso l'avanzare dei giovani e le loro idee rivoluzionarie. La loro rivolta viene fermata dai giovani ,portavoce di un istinto di conservazione e di una pratica visione della realtà. Spazio e tempo I luoghi, il teatro interno e l'osped